Benzina solida

Benzina, gasolio o elettricità: qual è più conveniente?

24 giugno 2020 - Pier Carlo Marcoccia

Un combustibile, qualunque sia la sua origine, è una sostanza che, quando reagisce con l’ossigeno (normalmente quello dell’aria) dà origine ad altre sostanze (gas e particelle della combustione) e all’energia termica. L’alternativa verso la quale si sta guardando oggi è quella elettrica.

Prendendo come esempio i modelli 208 e 2008, la Peugeot ha fatto un confronto, che serve anche ad illustrare meglio i consumi e le rese dei diversi motori.

La Peugeot commercializza già due modelli 100% elettrici: Nuova e-208 e Nuovo Suv e-2008, oltre ad altri modelli con tecnologia ibrida plug-in (508 Hybrid, 508 SW Hybrid, Suv 3008 Hybrid e Suv 3008 Hybrid4 con trazione 4×4). Tra i commerciali l’ultima novità è invece l’e-Traveller, 100% elettrico. Lobiettivo è avere una gamma 100% elettrificata entro il 2023.

La misura del kilowatt

Come qualsiasi altro veicolo, un’auto elettrica accumula energia (in una batteria, mentre un veicolo a combustione interna lo fa in un serbatoio di carburante) e la utilizza per trasformarla in movimento. Ma il fatto che sia alimentato elettricamente significa che si devono usare altri parametri e unità di misura, come kW, kWh, kWh/100km… Ciò rende spesso non facili i confronti con le auto tradizionali, ma nient’affatto impossibili. Elemento che talvolta disorienta anche gli utenti, che sono abituati, ad esempio, a misurare il consumo in litri ogni 100 chilometri (o in km per litro) e riconoscere le scale di riferimento basate su altri valori.

Quanta energia fornisce un litro di carburante?

I combustibili fossili hanno un eccellente rapporto tra l’energia che possono fornire e la massa e il volume che occupano: hanno un’alta densità energetica e consentono di immagazzinare molta energia in uno spazio piccolo e relativamente leggero. Questo è il motivo del loro successo per oltre un secolo.

Per unità di volume, un litro di benzina ha un potere calorifico di circa 9,6 kWh / l (chilowattora per litro). Il gasolio, che è più denso, fornisce invece 10,7 kWh / l. Per unità di massa, i valori sono rispettivamente di 12,2 kWh/kg (chilowattora per chilo) e 12,7 kWh/kg. Questi parametri sono fondamentali per confrontare prestazioni e consumi con un sistema di propulsione elettrico.

Quanta energia può immagazzinare un’auto?

Un altro vantaggio del carburante è che si tratta di un fluido liquido, facile da immagazzinare. L’accumulo di elettricità è molto più complesso e richiede una batteria che riceve elettricità e la trasforma in energia chimica per immagazzinarla. Una batteria agli ioni di litio rappresenta una tecnologia all’avanguardia (utilizzata ad esempio dalle nuove e-208 e Suv e-2008) e offre una densità di energia di circa 0,14 kWh/kg.

La versione a benzina della Nuova 208, che ha un serbatoio di 44 litri di capacità, può immagazzinare fino a 422,4 kWh di energia. Nella variante Diesel, con un serbatoio pieno di 41 litri, questa cifra sale a 438,7 kWh. La batteria ad alta capacità della  e-208 o del Suv e-2008 può accumulare fino a 50 kWh di energia.

Se aggiungiamo l’elevata densità energetica del carburante con il suo semplice serbatoio, l’energia che le auto a combustione sono in grado di accumulare è quindi leggera e occupa poco. Un litro di benzina pesa circa 750 grammi (850 grammi un litro di gasolio); quindi una 208 a combustione interna deve trasportare solo 30,75 kg di benzina o 37,4 di gasolio, più il peso del serbatoio. Il sistema completo di batterie al litio di una e-208 o e-2008 elettrica immagazzina invece 50 kWh con un peso di 356 kg.

Qual è il consumo di un’auto elettrica rispetto a un’auto a combustione?

Il risultato del confronto è quindi evidente, ma la motorizzazione elettrica ha un doppio asso nella manica: l’efficienza e il consumo. Un’auto elettrica può infatti immagazzinare molta meno energia, ma ha bisogno di molta meno energia per muoversi, perché la trasforma in modo molto più efficiente. I motori a benzina più efficienti al mondo hanno un’efficienza energetica di circa il 40%, che aumenta al 45% sul Diesel. In altre parole, trasformano in movimento solo il 40-45% dell’energia che ricevono, mentre il resto viene perso nella generazione di calore. Un motore elettrico, invece, ha un’efficienza superiore al 90%.

Trasferendo questi parametri a kWh di energia consumata ogni 100 chilometri, si notano le grandi differenze tra le due propulsioni. Una 2008 benzina PureTech 130 CV ha un consumo WLTP medio di 5,8 l/100 km, mentre una Diesel BlueHDi 130 CV consuma 4,9 l/100 km. Queste cifre corrispondono a un consumo di energia di 55,68 kWh/100 km nella versione benzina e 51,94 kWh/100 km nella versione Diesel. Il consumo del modello corrispondente della gamma elettrica è molto più basso: 17,6 kWh/100 km. Però, mettendo in relazione i 50 kWh della batteria con i 320 km di autonomia WLTP (di e-2008), si ottiene un valore più basso e di 16,1 kWh/100 km. Questa differenza deriva dall’energia fornita dal sistema di rigenerazione dell’energia in frenata.

Qual è l’autonomia di un’auto elettrica rispetto a un’auto a combustione?

Le auto a combustione interna, quindi, immagazzinano circa 8 volte più energia, ma consumano anche circa 3,5 volte di più. Di conseguenza, una 2008 PureTech 130 CV a benzina potrebbe percorrere 758 chilometri con un consumo medio di 5,8 l/100 km, 836 chilometri una BlueHDi 130 CV, tenendo conto del suo consumo medio di 4,9 l/100 km. L’autonomia WLTP di una e-2008 è invece di 320 chilometri.

Qual è il costo per 100 km di un’auto elettrica rispetto a un’auto a combustione interna?

In questo ambito, la propulsione elettrica ha un buon vantaggio. Considerando un costo a kWh di 0,2 euro per la ricarica domestica e di 0,45 per quella effettuata presso le colonnine pubbliche in corrente alternata, ricaricare completamente una e-208 o e-2008 può costare tra 10 e 22,5 euro. Ciò si traduce in un costo energetico per 100 chilometri compreso tra 2,94 (3,12 per e-2008) e 6,6 (7,03 per e-2008) euro. Nel caso di una 2008 PureTech 130 il costo del carburante è di 7,92 euro/100 km mentre nel caso del BlueHDi 130 il costo del carburante è di 6,15 euro/100 km. Si comprende bene quanto sia il vantaggio economico anche nei confronti del Diesel se si ricarica a casa.

 

PILLOLE DI BENZINA

* Platino pronto al lancio – Il governo italiano ha firmato l’accordo commerciale del programma Platino. L’accordo, tra Sitael, Thales Alenia Space Italia, Leonardo ed Airbus prevede un investimento di oltre 100 milioni e ha come obiettivo finale la realizzazione di due missioni per il lancio dei satelliti Platino (2021 e 2022). La piattaforma (massa al lancio di circa 200 kg) è stata progettata per svolgere un’ampia gamma di applicazioni ed è compatibile per la messa in orbita attraverso il lanciatore italiano Vega, dalla base di Kourou nella Guyana francese.

* Interni a prova di igienizzantiPoiché gli igienizzanti per le mani a base di etanolo, rivelatisi molto utili per combattere la diffusione del Covid-19, possono invecchiare prematuramente l’interno delle automobili, la Ford si è impegnata a garantire che gli interni dei suoi veicoli possano durare più a lungo, grazie a numerosi test in condizioni estreme.

* Una Centoventi da design – La Fiat Concept Centoventi ha conquistato il Car Design Award, nella categoria “Concept Car”. E’ stata scelta da una giuria internazionale “per l’innovativo concetto modulare e per l’eccezionale impiego di colori e materiali”. La giuria di Car Design News è composta da 18 direttori dei Centri stile di altrettante Case automobilistiche mondiali.

* Alcantara per le Cayenne Gts – I nuovi Suv sportivi Porsche Cayenne GTS e Cayenne Coupé GTS hanno scelto per i propri interni Alcantara, nella tonalità grigio antracite. I sedili sportivi, specifici per queste versioni, con impunture rosse a contrasto, vestono Alcantara nella fascia centrale. In Alcantara anche il volante e il rivestimento del tunnel centrale, del cielo e di parte delle portiere, sempre nella tonalità grigio antracite.

 

 

categorie: Benzina solida

ARTICOLI CORRELATI