Dove mangiare a Marsiglia? Qualche suggerimento che delizia!

Di Debora Saccardi 02 Dicembre 2021

Questa settimana non vi parlerò di cucina piacentina o di cucina italiana ma dato che vi scrivo direttamente da Marsiglia, vi propongo un piccolo tour culinario alla scoperta dei locali che più mi hanno colpito. Per comodità ho diviso tutto per zone.

Le Vieux Port

Se state camminando da quelle parti non lasciatevi sfuggire un assaggio di “Moules avec les frites”, ovvero cozze alla marinara con patate fritte. Se non siete amanti dell’aglio fate attenzione, nelle preparazioni marsigliesi abbonda. Per gustarle al meglio, vi consiglio il bistrot Pernod.

Quai Joliette

Ci sono diversi locali, tra cui l’ Hippie Chic. I colleghi ed io ci siamo trovati davvero bene. I piatti principali valgono una visita. Una cucina fusion, più ricercata negli abbinamenti e nella presentazione, con interessanti proposte anche vegetariane.

Propone le bowl, una tendenza che non accenna a cedere il passo ma si rinnova. Io ho provato quella con orzo, peperoni, cavolo rosso, halloumi grigliato e pomodori al forno. Da assaporare anche quella a base di quinoa, batate dolci fritte, avocado a fette e falafel oppure il cordon bleu con pancetta e gorgonzola. Gli amanti della carne rimarranno soddisfatti dell’entrecôte e se siete nostalgici potreste addirittura scegliere la pasta. Mettete in conto che però la pasta non viene cucinata alla maniera italiana ma arricchita con panna o latte di cocco e curry.

Quai Baille

Alla fermata metro Baille, nella colorata e vivace piazzetta vi si presentano diversi bistrot e cantine( in francese mensa) con piatti spesso composti al momento. Molto gettonate le zuppe e i piatti unici, intesi come combinazione di un cereale con carne o pesce e verdura a completamento.

Lycée Hôtellière de Marseille

Se invece vi trovate a Ronde point du Prado, a due passi dallo stadio Orange Velodrome che gli appassionati di calcio conoscono di certo, fate uno sforzo. Prendete la linea bus 45, fermata lycée hôtelliere de Marseille. In questa scuola ho avuto il piacere di essere ospitata per una decina di giorni, per lo svolgimento di attività jobshadowing. Fate un giro al ristorante gestito dagli studenti e dagli chef della scuola. A mezzogiorno menu a 15 € e la sera a 32 €, prenotate mi raccomando i posti sono limitati. Vi assicuro che non rimarrete delusi! Piatti ben cucinato e ben presentati. Un menu tipo? Insalata calda di formaggio di capra, sgombro marinato con riso e ratatouille, mousse al cioccolato.

La Canebière

Se proprio non potete fare a meno della cucina italiana e all’improvviso vi manca la pizza, il franchising Five Pizza offre una pizza più che discreta. Potete scegliere tra la versione large( 40 cm)e medium(31 cm). La componete voi usando lo schermo touch! Scegliete gli ingredienti e voilà, les jeux son faites!

E le pâtisserie?

Una parentesi a parte meritano le pasticcerie, associate spesso alle panetterie. C’è ne sono diverse e tutte buonissime. Vetrine ricche con tante proposte che solo a guardarle viene l’acquolina in bocca. Non mancate di assaggiare il più classico dei classici, ovvero l’éclair alla vaniglia, al cioccolato o al caffè. Quasi dimenticavo! Se vi piacciono i biscotti secchi, preferibilmente senza lievito con un intenso aroma di fiori d’arancio, dovete provare quelli tipici di Marsiglia, che si chiamano navette. Nel quartiere di Panier nella “Biscotterie José Orsoni”, vi consentono di fare un assaggio prima di acquistarli.

Una sola raccomandazione: in Italia siamo abituati a recarci al ristorante anche dopo le 20.30. A Marsiglia solo pochi locali restano aperti fino a mezzanotte e alle 21.30 al massimo viene presa l’ultima ordinazione, mangiano presto quindi non stupitevi e non tardate!

Bon appétit!

© Copyright 2022 Editoriale Libertà