La poetica del Natale con il grande classico di Ryuichi Sakamoto

Di Eleonora Bagarotti 21 Dicembre 2021

Sono stata ad uno dei tanti concerti in programma per queste festività, a Piacenza. La caratteristica unica era il fatto che più di 20 bambini e ragazzi della scuola Tempus Fugit suonassero tutti insieme le percussioni: una tenerezza, ma anche un’energia davvero formidabili.
E’ lì che ho pensato alla canzone con cui fare gli auguri ai lettori, quest’anno. Per chi non lo sapesse, ogni anno c’è un brano prescelto. Per questo 2021, nessun dubbio, scelgo la poetica strumentale del compositore giapponese Ryuichi Sakamoto e del suo “Merry Xmas Mr. Lawrence”. Il brano, registrato nel 1983 per il film “Furyo”, girato insieme a David Bowie e diretto da Nagisa Ōshima, è un grande classico di Natale, di quelli però inusuali. Eppure, anche in un concerto di quelli rivolti a bambini e famiglie, funziona benissimo. Perché per una volta, senza tante parole, bastano le note a far sgorgare poesia pura. Anche quelle delle percussioni, anzi lancio una sfida ai musicisti: provate la versione per il vostro strumento, magari arrangiatela voi (anch’io mi divertirò all’arpa).
Sakamoto è un genio, è l’emblema di quanto l’abbraccio tra la musica orientale e le armonie occidentali formi una consonanza perfetta e di come l’elettronica, se utilizzata al servizio della musica, sappia coinvolgere con grande calore.
Tanti auguri in musica, come sempre.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà