L’addio a Peter Bogdanovich, un grande regista che amava il Rock

Tra i primi lutti del mondo dello spettacolo, in questo inizio anno c’è stato quello per la scomparsa di Peter Bogdanovich, un grande regista e Premio Oscar che è stato ricordato per le sue tante pellicole importanti. Ispirato dai classici, e a sua volta critico cinematografico, Bogdanovich amava molto la musica ed in particolare si mostrò interessato al Rock girando, per i cinefili che ancora non lo sapessero, un bellissimo docufilm su Tom Petty & The Heartbreakers.

“Runnin’ down a dream” è uscito nel 2007. Il film dura quattro ore e ospita moltissime testimonianze, live, artisti che ruotano attorno a Petty e al suo gruppo. L’ho sempre considerato uno dei migliori docufilm su una band che siano mai stati girati, quindi vi consiglio – oltre a rivedere i tanti film bellissimi che ha girato, dal meraviglioso “L’ultimo spettacolo”, con la sua partner di lungo corso Cybill Shepherd e il mito Jeff Bridges, al divertentissimo “Ma papà ti manda sola?”, con una frizzante Barbra Streisand e un giovanissimo Ryan O’Neal, e ancora “Paper moon”, girato sempre da O’Neal insieme a sua figlia Tatum, tanto per citarne alcuni – di andarlo a recuperare. Se ancora non lo conoscete, scoprirete due mondi meravigliosi, in quell’abbraccio che ogni tanto si è stretto, con risultati eccellenti come in questo caso, tra il grande cinema e la grande musica.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà