Welcome to the afterlife a guardare se “Tenet” salverà il mondo (e le sale)

Di Barbara Belzini 22 Agosto 2020

Fortunati quelli che vanno in ferie a luglio, e che passano poi il mese di agosto in campagna a fare detox: quelli che vanno in vacanza le due settimane centrali di agosto invece ci devono concentrare tutta la voglia di viaggio e il mix di mare e città d’arte e quindi esplorazioni e visite alla chiesetta sperduta e non lo vuoi fare il cimitero di guerra sulla collinetta nel bosco e trangugiare le specialità locali direttamente dal vasetto, poi comprarle e lasciarle marcire e mi raccomando smaltitele correttamente tra umido e vetro. Quelli che vanno in vacanza in agosto partono già con in testa la progettualità forzata di settembre: passato il 15, stai già pensando a riprendere in mano tutto quello che avresti dovuto finire a luglio e tutto ti si ripropone insieme ai vari fritti che hai trangugiato sperando che vada tutto bene perché sei sulla Sila senza un gastroprotettore all’orizzonte. In quest’anno di reloaded particolarmente caldo i set stanno ripartendo (Mission Impossibile 7 ha riprogrammato le riprese a Roma e a Venezia in autunno), i Festival si stanno riorganizzando, modificati (e vedremo cosa succederà a Venezia con la sua proposta giocoforza ridotta, senza americani e con titoli di nicchia) e, vivaddio, anche i cinema stanno riaprendo, in tutto il mondo.

Mentre le arene estive continuano a fare il loro egregio lavoro, in Italia le sale aperte sono raddoppiate (adesso sono circa 1.200 quelle attive, la metà rispetto al 2019 – dati cinetel). Qualche debutto forte, come quello di “Onward: oltre la magia”, animazione Pixar presentata a Berlino e congelata in questi mesi seguito dall’horror “Gretel e Hansel”, ma nella top ten ci sono molti ritorni dei successi della stagione interrotta, “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti, “Parasite”, “JoJo Rabbit”, “Joker”, insieme al ri-lancio di “Inception” nel suo decimo anniversario, stuzzichino per quello che sarà il titolo sul quale si punta tutto, ovvero “Tenet” il nuovo film di Christopher Nolan, che uscirà in sala il 26 agosto.

“Tenet” è il film super segreto, sceneggiatura in cassaforte in unica copia e con le ditate della pizza di Nolan, zero foto di scena, copione fatto girare sotto strettissima sorveglianza (Robert Pattinson l’ha letto una volta sola guardato a vista in una specie di bunker senza finestre, Michael Caine che ha una piccola parte ha avuto esclusivamente le sue battute): dal trailer si capisce che è una storia di spionaggio e che una qualche organizzazione super segreta deve sventare una minaccia peggiore della terza guerra mondiale. Il titolo è palindromo, e potrebbe essere un indizio sulla trama: Nolan è uno sperimentatore compiaciuto amante del superamento del conosciuto, dallo spazio-tempo alla memoria ai sogni, e qui tutto fa pensare che il protagonista John David Washington cercherà di salvare il mondo viaggiando nel tempo, mentre il suo contenitore “Tenet” cercherà di salvare il cinema riportando gli spettatori in sala.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà