Yoga per chi viaggia

Di Paola Miretta 23 Settembre 2022

Anche quando si viaggia per lavoro in una meta congestionata, il relax è essenziale per garantire un viaggio di successo. Ma viaggiare può avere un effetto disastroso sulla tranquillità – del corpo e della mente – e richiede la capacità di destreggiarsi tra spazi angusti e lunghe ore in posizione seduta, oppure code chilometriche in piedi in attesa dei controlli aeroportuali. Il visitare posti nuovi può essere stressante già di per sé. Lo yoga può essere utile in queste circostanze.

Gli effetti del viaggio si sentono fisicamente e mentalmente. Quando ci stiamo spostando, non mangiamo sempre bene, non ci idratiamo e spesso soffriamo del cambio di fuso orario: queste condizioni possono essere psicologicamente estenuanti e rappresentano comunque un duro colpo per il nostro sistema immunitario. L’equilibrio può essere ripristinato attraverso lo yoga.

Le applicazioni mobili per lo yoga forniscono lezioni stimolanti e avanzate, ma anche ricavare un istante per svolgere qualche esercizio di pranayama (respirazione) può essere utile. Trovare questo momento rilassante solo per noi ogni giorno non solo ci aiuterà a mantenere la calma quando viaggiamo per lavoro, ma migliorerà anche le nostre vacanze aiutandoci a ringiovanire e avere bei ricordi.

Pianifica l’ora dello yoga

Perché la pratica di yoga sia efficace occorre costanza e motivazione: pianificare la lezione di yoga potrebbe essere una scelta saggia. Puoi trovare la sessione di yoga più adatta a te su un’app mobile, facile da conciliare con un’agenda fitta di impegni e la lontananza da casa. La pratica potrebbe durare da 20 a 120 minuti, sulla spiaggia o in una stanza d’albergo. Ecco alcune posizioni di yoga che possono aiutarti a ripristinare il tuo equilibrio e sentirti meglio.

Posa del danzatore: stretching dei quadricipiti (Natarajasana)

Parti da Mountain Pose, con il radicamento dei piedi a terra (Tadasana). Per afferrare la caviglia con la mano sinistra, sposta il peso sul piede destro e fletti il ginocchio sinistro dietro di te. Mentre sposti il peso del busto in avanti, dovresti notare un allungamento del quadricipite della gamba flessa dietro e del flessore esterno dell’anca. Per bilanciare questa posa, mantieni uno sguardo morbido sulla mano del braccio esteso di fronte a te.

Posa del triangolo: allungamento tendineo e apertura del petto (Trikonasana)

A partire da Tadasana (stazione eretta, piedi sotto le anche) sposta il piede sinistro dietro e posizionalo con un angolo di 45 gradi. Senti le anche aperte, allunga il torace e il braccio destro avanti e scendi fino a portare la mano destra fino alla caviglia destra, sollevare il braccio sinistro verso il cielo. Mantieni le ginocchia morbide mentre fai ruotare l’anca esterna e il torace verso l’alto. Per ottenere sollievo nei muscoli posteriori della coscia, spingi indietro l’ischio della coscia destra.

Posa del forte allungamento laterale (Parsvottanasana)

Dalla posizione del Triangolo, sollevare il tallone posteriore e circondare il piede anteriore con entrambe le mani. Per allineare e chiudere i fianchi, porta l’anca destra dietro e la cresta iliaca anteriore sinistra leggermente in avanti. Porta il tuo respiro nei muscoli posteriori della coscia e ammorbidisci leggermente le ginocchia. Continua a rilasciare il busto in avanti mentre cammini con la punta delle dita a terra. Mantieni una posizione tranquilla, senza forzature, soprattutto se i tuoi muscoli sono rigidi dalla seduta prolungata in aereo o a seguito di un lungo viaggio.

Leggera torsione in posizione seduta

Dalla posizione seduta (anche su una sedia), con la mano destra puoi afferrare il bracciolo opposto e aiutarti nella rotazione del tronco. Respira profondamente mentre allunghi ulteriormente la colonna vertebrale nella postura. Ricordati di ripetere anche sul lato opposto. La colonna vertebrale si allungherà eseguendo un Ardha matsyendrasana o una torsione spinale seduta.

Vai a fare una passeggiata

Per rilassarsi, allungare e migliorare il flusso sanguigno durante il volo, i guru dello yoga consigliano una serie di pose. Non dimenticare di alzarti spesso e fare una passeggiata: ricorda di mobilizzare le spalle, rilassare la schiena portando le ginocchia al petto e alzare le braccia sopra la testa con le dita intrecciate e i palmi al soffitto. La tua circolazione migliorerà.

Stabilire l’intenzione del giorno

Ogni giorno, concediti 10 minuti. Pensa alla giornata mentre ti siedi con gli occhi chiusi e concentrati sul tuo respiro. Questo ti aiuterà a infondere calma e a pianificare gli obiettivi per la giornata e l’intero viaggio.

Fatti coinvolgere dalla comunità locale

Probabilmente c’è uno studio di yoga nelle vicinanze ovunque tu vada nel mondo. Potresti trovare un po’ di zen e connetterti con gli yogi locali. Se non ti è possibile, prova la varietà di applicazioni per smartphone: ci sono piani di abbonamento mensili creati per informare i viaggiatori di lezioni e corsi in tutto il mondo, incontrando le esigenze particolari della singola persona.

La pratica in nuove località è piacevole. Visita il parco del quartiere, vai al centro fitness dell’hotel o pratica yoga in un ambiente particolare. Puoi praticare yoga quasi ovunque perché puoi guardare le lezioni di yoga sul tuo telefono.

Usa gli oggetti comuni come Props

Puoi usare un asciugamano da bagno nella tua camera d’albergo o una sciarpa come tappetino yoga. Gli asciugamani arrotolati funzionano bene per sostituire i blocchi. Usa la creatività quando ti alleni in luoghi sconosciuti.

Dai un’occhiata alle lezioni dell’hotel

Molti hotel hanno delle interessanti fitness e forniscono ai loro visitatori sessioni di attività più disparate, tra cui lo yoga. Ad esempio, puoi fare anche AntiGravity in alcuni hotel usando amache di seta al posto dei tappetini.

Pulizia prima di tutto

Se hai intenzione di praticare le tue asana su una panchina del terminal dell’aeroporto, fai attenzione a pulire con un disinfettante prima di praticare e dopo aver praticato. Porta un asciugamano yoga per i tappetini condivisi o il pavimento della camera d’albergo. Sono molto più comodi e leggeri. Se riesci a portare il tuo tappetino da yoga, è fantastico!

Prendi in considerazione altri principi dello yoga mentre viaggi. Bevi il più possibile, alimentati correttamente e presta attenzione alla tua postura.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà