Piacenza

Un monumento agli emigrati piacentini:
“Diteci dove realizzarlo”

15 ottobre 2012

Saranno i piacentini a scegliere il luogo, in città o in provincia, dove sarà collocato il monumento dedicato agli emigranti all’estero. L’Editoriale Libertà lancerà tra poche settimane una consultazione, per chiedere quale potrà essere lo spazio ideale dove realizzare l’opera scultorea, in marmo di Carrara. La scultura, ideata da uno studente del liceo artistico Cassinari, Giulio Biasini, rappresenta una mano che nasce dalla terra e sorregge un seme, dal quale nascono grandi palazzi, simbolo del futuro. “Finalmente un monumento per ricordare le migliaia di storie di disperazione e di coraggio dei nostri piacentini all’estero” ha detto soddisfatto Sandro Molinari, presidente dell’associazione “Piacenza nel mondo“, promotrice dell’iniziativa. L’opera vincitrice è stata selezionata tra dodici bozzetti realizzati dai ragazzi del liceo di via Scalabrini, all’interno di un concorso di idee lanciato nei mesi scorsi: sarà possibile visionare i progetti, per quindici giorni, nella sala consiliare di corso Garibaldi. Stamattina, gli studenti sono stati premiati dal presidente della Provincia, Massimo Trespidi, che ha lanciato la consultazione. L’opera sarà realizzata entro il mese di luglio. Per la sua realizzazione, la Provincia ha stanziato 10 mila euro. Altrettanti dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano.

 

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Foto Gallery Piacenza