Piacenza

Il sindaco Dosi: “Cittadella, presto i lavori. Piscina, iter sbloccato”

20 dicembre 2012

20121220-114922.jpg

Tradizionale scambio di auguri in Comune tra la giunta guidata dal sindaco Paolo Dosi e la stampa. Un appuntamento aperto dal presidente del consiglio comunale Claudio Ferrari, che ha illustrato i lavori dell’aula nel 2012: 30 sedute per 125 ore complessive.
“Piacenza è tra le città in Italia con il minor peso sui cittadini e le imprese per l’Imu – ha detto in apertura di discorso Dosi – abbiamo anche rimodulato l’Irpef secondo un principio progressivo di equità, tutelando i più deboli e tenendo conto dei carichi familiari. Abbiamo anche scelto di mettere al centro il tema del lavoro, ci sono tantissime persone che si rivolgono a noi tutti i giorni e che cerchiamo di sostenere per quanto di nostra competenza. Senza dimenticare l’imprenditoria giovanile, per dare un futuro più stabile alle nuove generazioni, e la semplificazione della burocrazia che stiamo attuando con tutte le associazioni di categoria. L’obiettivo è anche riuscire ad attirare attività sul nostro territorio, aprendo nuove opportunità di occupazione, puntando soprattutto sull’innovazione e le smart city”. Il primo cittadino ha annunciato che presto lui e i suoi assessori andranno personalmente a Bruxelles per ottenere finanziamenti europei ai progetti avviati e da avviare.

Aree militari e demaniali: “Partito il tavolo tecnico – ha aggiunto Dosi – ragioniamo sulla destinazione per questi beni, ma non dipendono da noi i tempi. Purtroppo sulle aree militari c’è ancora l’equivoco legato al fatto che a ogni cambio di governo o di vertici militari, si deve ricominciare da capo. Vedremo con il nuovo ministro. Sogno di vedere all’ospedale militare la facoltà di medicina, ma per adesso resta tale. Più in generale queste strutture potrebbero essere un punto di riferimento per l’ulteriore sviluppo del polo universitario. E da tempo abbiamo detto che alla Pertite e nelle altre aree verdi ci vediamo dei parchi e degli orti, magari curati dai cittadini. Senza trascurare la possibile destinazione sportiva di alcune aree”.
Citazione per due partite in sospeso: “A Borgofaxhall deve essere liberata l’area vicino alla galleria, per posizionarci la stazione dei bus e riqualificare tutta la zona. Ma ci sono dei contenziosi da risolvere, come all’ex Acna. In questo caso, la battaglia legale è stata bloccata, abbiamo iniziato con la bonifica dell’area, speriamo di poterci ragionare al più presto con i privati”.

Rispondendo alle accuse di immobilismo che spesso vengono rivolte alla giunta, Dosi ha illustrato l’idea forte per il futuro di Piacenza: “Diamo immagine di tranquillità anche di fronte a situazioni molto difficili e complesse, in particolare per i più deboli. Abbiamo pagamenti in sospeso per tre milioni con le imprese, ma 13 milioni in cassa che non possiamo spendere per pagarle e fare investimenti. E’ il Patto di stabilita’ che ci blocca. Forse non abbiamo fatto provvedimenti eclatanti, che fanno notizia, ma tutti i giorni lavoriamo per tamponare pesanti emergenze”.
In riferimento alla possibile soppressione della Provincia, all’accorpamento con Parma e al referendum per passare in Lombardia, Dosi è stato perentorio: “Noi siamo emiliani, lo resteremo sempre e siamo orgogliosi di rimanerlo”.

Su Palazzo Uffici: “Tema molto complesso, ci sono possibilità diverse, c’è da tenere conto della sostenibilita’ economica da garantire. Presto discuteremo di ipotesi alternative”.
Diversi gli altri progetti pronti a partire: “Per il parcheggio di piazza Cittadella abbiamo firmato il contratto e presto si avvieranno i lavori, per la nuova piscina sono stati rimossi gli ultimi ostacoli e nelle prossime settimane speriamo di arrivare alla sottoscrizione del contratto. Il forno crematorio sarà pronto maggio”.

ATTIVITA’ CONSIGLIO COMUNALE 2012
INTERROGAZIONI COMUNALI 2012

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Foto Gallery Piacenza Video Gallery