Rivoluzione civile: “Patrimoniale e riforma del lavoro per uscire dalla crisi”

29 Gennaio 2013

“Siamo alternativi a qualsiasi neoliberismo”: i rappresentanti piacentini del partito guidato dall’ex magistrato Antonio Ingroia, questa mattina, in una conferenza che si svolta alla coop Infrangibile, hanno illustrato la loro ricetta per combattere la crisi economica. I punti chiave del programma di Rivoluzione Civile sono la riforma delle pensioni e del mercato del lavoro, il ripristino dell’articolo 18 e l’introduzione della tassa sul patrimonio.

Relatori dell’incontro due dei quattro candidati piacentini del partito alle prossime elezioni, Stefano Zammatti e Carmine Rotatore, accompagnati da David Santi, segretario provinciale Prc e da Claudio Grassi, esponente nazionale di rifondazione comunista e quinto nella lista Emilia Romagna per rivoluzione Civile.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà