Il Copra Elior vince su Ural e mette le mani sulla Challenge Cup

24 Marzo 2013

La Challenge Cup è di Piacenza. Il Copra Elior batte i russi di Ural Ufa con un netto 3-0 e vince la coppa. Un evento storico, è la prima volta che si alza a Piacenza un trofeo europeo. La formazione di Luca Monti vince, così, la sua dodicesima partita della serie senza perdere neanche un set. Record su record.

AGGIORNAMENTO DELLE 19.30 – Dopo la consegna di cinque defibrillatori ad altrettante realtà sportive piacentine – nell’ambito di Progetto Vita Sport – la partita ricomincia con il terzo set. Ural si porta avanti per la prima volta dal fischio d’inizio (2-3). Il Copra guadagna il pareggio con il 4 pari, la partita è contraddistinta da un buon equilibrio in questo momento. Arriva il primo time out tecnico quando il match è sull’8 a 7 in favore dei biancorossi. Al rientro in campo, pareggio di Ural, seguito da schiacciata vincente di Simon per il 9-8. Segue un cambio palla e poi è di nuovo Simon a fare punto (10-9). Ural in vantaggio (10-11) al termine di un paio di azioni concitate. Simon, di nuovo, schiaccia a terra e riporta in pareggio la situazione (11-11). Un cambio palla per parte (12-12), il Copra Elior ritrova il vantaggio a seguire (13-12). Ace di De Cecco (14-12), tifo incontenibile. Secondo time out tecnico con risultato parziale di 16 a 13. Un punto per parte prima del muro di un insuperato Simon (18-14). Zlatanov incassa il 19 a 15, Fei segna un altro ace (20-15). Zlatanov per il 21° punto. Time out chiesto da Ural Ufa. Sugli spalti partono le “ole”. Al rientro dallo stop, punto 22 del Copra. Si avvicina la vittoria. Out di Ural, siamo 23-15. Nuovo ace, un punto per la Challenge Cup. Al secondo match point, il Copra Elior vince il trofeo europeo.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.57 – Due set a zero per il Copra Elior. Si ricomincia, nel secondo parziale, ancora nel segno dei biancorossi grazie all’1-0 segnato da Fei e dal raddoppio messo a terra da Simon. Ace di Holt per il 3-0, seguito dal 4-0 di Zlatanov. Un cambio palla per parte e si arriva sul 5-1. Nuovo ace, questa volta firmato da Fei. Al primo stop tecnico, parziale di 8-4. Un paio d’imprecisioni biancorosse regalano punti agli ospiti (9-8). Prima parità della partita con il 10-10. Cambio palla e subito ace di Holt (12-10). Secondo time out tecnico con il Copra Elior davanti 16-14. Papi e Fei a segno, si arriva 19 a 16. Muro di Fei, altro tassello nel tabellone per i padroni di casa (20-16). Il tifo continua a crescere. Palonetto di Zlatanov, punto numero 21. Doppio cambio palla, siamo 22 a 17. Out la battuta di Holt (22-18) ma Simon riguadagna la palla (23-18). Errore di Ural per il 24° punto del Copra. Ace di Fei, set vinto 25 a 18.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.30 – Il Copra Elior vince il primo set 25 a 22. Siamo 1-0. Pronti via, il Copra Elior si porta subito sul 6-2 con il tifo di un Palabanca in esplosione. Primo time out tecnico con i biancorossi sull’8-3. I russi dell’Ural Ufa si avvicinano, riducendo il distacco (11-9), ora in campo c’è equilibrio. Simon e Zlatanov sono in partita e non sbagliano una palla in queste prime fasi, portando il risultato parziale sul 14-12. Secondo time out tenico con Copra Elior avanti 16 a 14. Holt prima schiaccia a punto e poi sigla un ace (18-15), seguito da un nuovo punto del capitano Zlatanov (19-15). Ural riprende un po’ del terreno perso (20-18). Un cambio palla per parte per arrivare sul 21-19, si gioca ormai punto su punto. Errore di Ural in battuta e time out (22-19). Simon in battuta ma errore dei biancorossi (22-20) nell’azione che ne deriva. Nuovo cambio palla, siamo 23 a 20 ed il Copra Elior entra nel corridoio giusto per vincere il set. Fei sigla il punto 24 ma c’è subito il cambio palla (24-21). Nuovo time out, questa volta chiamato dall’allenatore del Copra, Luca Monti (24-22). Battuta out di Ural Ufa, il Copra fa suo il set 25-22.

AGGIORNAMENTO DELLE 18.05 – Iniziato il match tra Copra Elior Volley e Ural Ufa, finalissima di Challenge Cup. Dopo la vittoria nella gara di andata, mercoledì scorso, i ragazzi di Luca Monti devono vincere nuovamente, con qualsiasi risultato utile, per aggiudicarsi il terzo trofeo continentale. E’ la prima volta nella storia che Piacenza ed il Palabanca ospitano una finale europea. La finale di Challenge Cup cade nell’anniversario della morte di Vigor Bovolenta, ex giocatore del Copra Volley, scomparso un anno fa per arresto cardiaco durante una partita di Serie B.

La partita è trasmessa in diretta su Telelibertà 2. Prima del fischio, un minuto di silenzio in ricordo di Pietro Mennea.

 

CHALLENGE CUP, LA FINALISSIMA AL PALABANCA

Al Palabanca, questo pomeriggio alle ore 18, inizia la finalissima che assegnerà la Challenge Cup 2013. Il match tra Copra Elior Volley e la formazione russa Ural Ufa rappresenta l’atto finale di quella che è considerata la terza competizione europea in ordine di importanza.

I padroni di casa, dopo l’esaltante vittoria nella gara d’andata di mercoledì scorso in casa dell’Ural Ufa, per aggiudicarsi il titolo dovranno nuovamente guadagnare una vittoria, con qualsiasi risultato. Bisogna evitare la sconfitta per non incappare nel tanto insidioso “golden set” che rimetterebbe completamente in forse l’esito della gara.

“Mercoledì, in casa di Ufa, abbiamo gettato buone basi per portare a casa il risultato utile”, afferma Luca Monti, allenatore del Copra Elior. “È certo che nella finalissima non sarà come nella partita di andata. Noi saremo sicuramente tesi ma la squadra dell’Ural Ufa, per aggiudicarsi il trofeo, sarà costretta ad una grandissima prova. Va detto che i ragazzi di Frigoni potranno rendere più di mercoledì scorso quando la nostra aggressività iniziale ha compromesso molto il loro rendimento”.

Il match, con fischio d’inizio previsto per le ore 18, sarà arbitrato da Barnstorf Ralph (Germania) e da Grieder Stephan (Svizzera).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà