Castellarquato-Vernasca: trionfo di Baralla e Ghidotti su A112

16 Giugno 2013

20130616-170457.jpg

Questa la classifica generale, scaturita dopo le prove a cronometro (Piacenza), di abilità (Catellarquato) e ad eliminazione diretta (Vernasca):

1)Baralla- Ghidotti (auto Bianchi A112 – anno 1979, 2) Aiolfi-Aiolfi (autobianchi A112 -1980), 3) Pighi-Malvisi (Morris Mini Cooper – 1968), 4) Dallacqua-Vicari (Fiat 850 Coupé – 1970), 5) Gervanoni-Libretti (triumph TR3A – 1959), Donzelli-Vivo (Lancia Fulvia coupé -1967), 7) Cerri-Giordani (Lancia Fulvia coupé – 1975), 8) Gandolfo-Pietropaolo (Porche 911 – 1974), 9) Corbellini-Rossetti (Renault 5Alpine – 1981), 10) Curone-Cavanna (Alfa Romeo Giulietta – 1982). Le auto in gara sono state divise in due categorie: per la categoria “A” con immatricolazione fino all’anno 1960, per la categoria “B” con immatricolazione oltre il 1960.

Notizia delle 17
Castellarquato-Vernasca: gioielli a quattro ruote da tutto il mondo

Anche quest’anno si è respirato il consueto clima di festa su Facsal in occasione del ritrovo, prima della partenza, della Castellarquato-Vernasca. La manifestazione di regolarità non competitiva è giunta quest’anno alla 37esima edizione, grazie al grande impegno organizzativo del nutrito Club piacentino dell’auto e moto d’epoca. Anche quest’anno, hanno partecipato autentici gioielli: Alfa, Ferrari e Porsche che hanno fatto la storia dell’automobilismo. Equipaggi sono arrivati a Piacenza anche dal Giappone.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà