Piacenza

Delfanti-Franchi-Pasaro ed è ribaltone. Pro Piacenza-Aurora Seriate 3-1. Le foto

13 ottobre 2013

20131013-184453.jpg

Arriva anche il primo squillo tra le mura amiche. E anche per l’inedito appuntamento con i tre punti al Siboni, Matteassi e soci scelgono la strada delle emozioni. Sì, perché è l’ennesima rimonta a consentire agli uomini di Franzini di prevalere su di un modesto Aurora Seriate, arrivato a Piacenza con il solo intento di portare a casa indenne la pellaccia e che, quasi per pura casualità, si ritrova in vantaggio ad inizio ripresa, prima che si scateni la furia rossonera.
Franzini opta per uno schieramento classico, un 4-4-2 che però, nella prima parte di gara, produce rarissime occasioni. Il Pro amministra il gioco con il solito catalizzatore di palloni, Cazzamalli, assecondato dal sempre lineare Silva. Davanti, è affidata all’estro di Franchi e Matteassi l’assalto alla porta avversaria, con Piccolo che pare ancora un fantasma rispetto al giocatore ammirato la scorsa stagione. Soltanto Matteassi a metà frazione arriva ad impegnare Errico con una conclusione violenta in diagonale: l’Aurora si salva. Non si salva invece Donnarumma ad inizio ripresa, quando con un’azione tambureggiante, il centravanti tutto fisico, ma non solo, Razzitti, porta a spazio mezza difesa del Pro: scarico per Eisenstecken il cui destro destinato tra le braccia dell’estremo difensore piacentino, trova la deviazione dello stesso numero nove a centro area. Un gol fortunoso che è il preludio alla veemente reazione del Pro. Franzini toglie Silva e inserisce Bignotti, successivamente Delfanti per Piccolo. Cambi decisivi, che stravolgono il volto del match. Nel finale è puro assedio all’area bergamasca. Il taccuino si riempie con estrema rapidità: Bignotti spreca l’incredibile a due passi da Errico, Piccolo poco prima della sostituzione, al 70′, spedisce sul fondo un colpo di testa da metri zero. E’ una pressione tambureggiante quella del Pro, ma la porta resta stregata: ci sono addirittura due traverse, entrambe griffate Franchi prima che il pubblico del Siboni possa finalmente tornare a respirare. Lo fa quando Delfanti, da centro area, scaraventa con il destro un pallone servitogli da Bignotti. Tutto qui? Siamo all’84’ e il Pro è indemoniato. Franchi non ci sta e, a due dal termine, si libera al limite e lascia partire un destro a giro che si insacca alle spalle di Errico. La festa è però completa quando al 90′ esatto, al festival del gol prende parte anche Pasaro, da poco entrato, che firma con il sinistro la rete che manda in orbita un Pro Piacenza per cuori forti.

PRO PIACENZA: Donnarumma, Melegari (74′ Pasaro), Castellana, Silva (59′ Bignotti), Jakimowski, Colicchio, Matteassi, Cazzamalli, Piccolo (75′ Delfanti), Franchi, Marmiroli. All. Franzini
AURORA SERIATE: Errico, Dentice, Bianchi, Carminati, Ghidini, Anesa, Eisenstecken, Lemma, Razzitti, Speziale, Palazzi. All. Gaburro
Arbitro: Pashuku di Albano Laziale
Reti: 55′ Razzitti, 84′ Delfanti, 88′ Franchi, 90′ Pasaro

Notizia delle 16.50
È festa vera al Siboni e a chiudere i giochi in via definitiva ci pensa Pasaro con un’altra conclusione da fuori arrivata dopo il perfetto assist di Delfanti.
Notizia delle 16.47
È apoteosi al Siboni quando Franchi dal limite dell’area esplode il destro chirurgico che al 90′ esatto fredda Errico sul palo alla sua destra: è un Pro dalle mille vite e capace nel giro di sei minuti, di ribaltare una gara che appariva ormai segnata.
Notizia delle 16.45
Dopo un’innumerevole quantità di occasioni sciupate, due traverse e alcune parate miracolose di Errico, il Pro perviene allo strameritato pareggio. Lo firma Delfanti, abile scaraventare in rete un pallone servitogli al limite dell’area piccola.

Notizia delle 16.30
Il Pro fallisce occasioni in serie. Bignotti da due passi centra in pieno il portiere avversario al 23′, pochi minuti dopo è Piccolo a fallire l’impossibile. È assedio totale del Pro Piacenza all’area dell’Aurora Seriate.

Notizia delle 16.25
Fulmine a ciel sereno: il Pro incassa un gol a dir poco rocambolesco al 10′ di gioco: Eisenstecken va al tiro, Razzitti devia fortuitamente la conclusione e Donnarumma non è sufficientemente reattivo per evitare il vantaggio bergamasco. Immediata la mossa di Franzini che toglie dalla contesa Silva e spera nella fantasia dell’ex Bignotti.

Notizia delle 15.50
Serie D: orrore difensivo al Siboni. Pro Piacenza-Aurora Seriate 0-1
Il Pro Piacenza fatica a trovare spazi nella arcigna difesa ospite che, fino ad ora, è riuscita a contenere senza troppi affanni i tentativi di Piccolo e Franchi. Molto attivo a destra Matteassi, ma rare le occasioni da gol create dai rossoneri ora negli spogliatoi per l’intervallo.

Notizia delle 15.35
Dopo mezz’ora di gioco risultato ancora inchiodato sullo 0-0: gara molto maschia, ma un Pro che sembra in grado di poter mettere sotto un’Aurora molto determinato, ma quasi mai pericoloso dalle parti di Donnarumma. Al contrario, per i rossoneri, oggi in maglia celeste, due buone occasioni in rapida successione intorno al 28′: prima Matteassi in diagonale impegna Errico con una conclusione violenta, poi Colicchio in mischia con un tiro a lato, sfiorano il vantaggio.

Notizia delle 15.15
Non ci sono sorprese nella formazione iniziale scelta da Arnaldo Franzini che propone il consueto 4-4-2 per affrontare l’avversario di giornata, l’Aurora Seriate. Bergamaschi in campo con una difesa a cinque e un atteggiamento piuttosto attendista.
Queste le formazioni in campo:

PRO PIACENZA: Donnarumma, Melegari, Castellana, Silva, Jakimowski, Colicchio, Matteassi, Cazzamalli, Piccolo, Franchi, Marmiroli. All. Franzini
AURORA SERIATE: Errico, Dentice, Bianchi, Carminati, Ghidini, Anesa, Eisenstecken, Lemma, Razzitti, Speziale, Palazzi. All. Gaburro
Arbitro: Pashuku di Albano Laziale

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Foto Gallery Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE