Piacenza

Musiche nuove: successo al Nicolini per Julie Driscoll e Keith Tippett

29 novembre 2013

20131129-220845.jpg

Definire un successo la performance che la celebre cantante Julie Driscoll ed il marito pianista Keith Tippett hanno tenuto al “Nicolini”, nell’ambito della rassegna “Musiche nuove a Piacenza”, non basta a descrivere quella che è stata un’esibizione altamente poetica, vocalmente intensa e con vette emozionali che il foltissimo pubblico ha condiviso con gli stessi artisti.
Tippett aveva già commosso gli spettatori piacentini, all’inizio del 2012, con un concerto solista. Stavolta si è presentato con la sua consorte, Julie, che negli anni Sessanta è stata un’icona della Swinging London cantando con Brian Auger, Rod Stewart e diventando un simbolo di femminilità libera e sensuale quanto Brigitte Bardot lo era in Francia e Grace Slick in California. Poi l’incontro con Tippett, pianista proveniente dai King Crimson e grande sperimentatore jazz, che l’ha condotta attraverso esperienze varie e sperimentali, mai piegate al denaro bensì elitarie, con gusto e grande stile.
Il concerto di Piacenza, già applaudito al Barbican di Londra ed unica tappa italiana della coppia, ha ribadito l’espressività della “musica spontanea” che il duo ha proposto alla sala tutta esaurita, senza eccessi disarmonici ma con grande fusione tra le parti, in sintonia e con piccoli spruzzi di percussioni e timbriche dal sapore orientale.
Uno show dalla perfetta durata, che ha coinvolto moltissimo il pubblico che, alla fine, ha salutato con difficoltà Keith e Julie. La speranza ora è quella di poterli rivedere, grazie alla lungimiranza del direttore artistico della rassegna, Max Marchini di Futura Informatica, in collaborazione con Associazione Musica Novecento e il sostegno di Comune e Fondazione di Piacenza e Vigevano.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cultura e Spettacoli Foto Gallery Piacenza

NOTIZIE CORRELATE