Spettacolo al Palabanca, Copra Elior dà scacco alla regina

08 Gennaio 2014

20140108-221625.jpg

Che sfida! Il primo atto della infinita battaglia che si replicherà giovedì 16 gennaio a Macerata, ma allora sarà Champions League, premia la tenacia di Copra Elior che infligge alla capolista la prima sconfitta stagionale: finisce 3-2. Quanta fatica però per Simon e compagni, che si illudono nei primi due set durante i quali riescono a sorprendere i marchigiani, in entrambe le frazioni più reattivi in partenza, ma rimontati dal sestetto di Monti. Nei due set centrali però, guidati da un grande Zaytsev, galvanizzato forse dalla nomina a giocatore dell’anno, la squadra di Giuliani si arrampica fino al tie break. Troppo fallosa Copra Elior, imprecisa anche dalla linea dei nove metri. Così, si giunge ad un emozionantissimo periodo finale, durante il quale emerge tutto quanto il carattere dei biancorossi: l’ace di Vettori fa esplodere il boato di un Palabanca tutto esaurito che applaude i suoi eroi.

COPRA ELIOR – CUCINE LUBE BANCA MARCHE MACERATA 3-2
(25-21; 25-22; 19-25; 16-25;20-18)

Notizia delle 22.48 – Tie break
L’avvio è equilibrato, Macerata trova il 5-3 al termine di uno scambio mozzafiato, Piacenza risponde con Kaliberda (7-7), regge al secondo allungo (da 9-11 a 11-12), pareggia a quota tredici e sogna con l’ace di Simon (14-13). Due errori in battuta vanificano altrettanti match point (15-15), Kurek conquista il primo per la Lube (15-16), annullato dal mani-fuori di Papi. Zaytsev mura Vettori (16-17), Fei risponde presente, Kovar attacca out in parallela ma la pipe di Kurek rimedia (18-18). Piacenza ci riprova con Simon, poi l’ace di Vettori decide la gara:20-18

Notizia delle 22.10
La super sfida si decide al tie break: Copra Elior-Macerata 2-2
Piacenza riparte di slancio (5-2), ma la Lube non molla l’osso, reagendo con Kurek (7-8) e dando vita al punto a punto (11-12). Dopo la sosta, la Lube trova il break con l’ace di Zaytsev e il muro di Podrascanin (14-11). Il Copra Elior è alle corde e crolla: 25-16 e tie break.

Notizia delle 21.50
Volley, serie A1: Macerata reagisce nel terzo set. Copra Elior – Lube 2-1

Prima del tempo tecnico, Macerata mette la freccia con Zaytsev (ace per l’11-9 marchigiano). Lo stesso numero 5 ospite firma il +3 (14-11). Questa volta, però, Piacenza non riesce a ribaltare la situazione come nei due parziali precedenti e deve alzare bandiera bianca: 25-19 e partita riaperta.

Notizia delle 21.30
Il Copra Elior mette la seconda: con Macerata è 2-0 per i ragazzi di Monti

Nella prima parte del parziale, meglio Macerata che spinge in battuta e trova il 10-7 e il 12-10 alla sosta programmata. Piacenza non demorde e con Simon trova l’ace del 13-13, convalidato dal video check. Nel finale, a firmare l’allungo è Vettori, che trova due battute vincenti consecutive per il 21-17. Basta così per firmare il 25-22 che vale il 2-0

Notizia delle 21
Il Copra Elior parte forte. Il primo set con Macerata si chiude 25-21

L’avvio è equilibrato, con Macerata che si asciuga sul + 2 (10-12). Piacenza pareggia i conti con l’ace di De Cecco (16-16), poi mette la freccia con il contrattacco di Kaliberda e il muro di Simon per il 20-18 biancorosso. Le battute di Fei portano il Copra Elior sul 22-18, la Lube risponde per il -2, poi una magia targata De Cecco-Simon spiana la strada a Piacenza: 25-21

Notizia delle 20.30
Volley-spettacolo al Palabanca: tutto esaurito per Copra Elior e Lube Macerata

É partita la super sfida che chiude il girone di andata del massimo campionato italiano di volley maschile. Una di fronte all’altra, al Palabanca, l’imbattuta capolista Macerata e Copra Elior, la più immediata inseguitrice in graduatoria. PalaBanca, come previsto, tutto esaurito
Piacenza, priva di Zlatanov, schiera De Cecco in regia, Vettori opposto, Papi e Kaliberda in posto quattro, Simon e Fei al centro e Marra libero. Dal canto suo, Macerata scende in campo con Baranowicz in palleggio, Zaytsev opposto, Kovar e Kurek in posto quattro, Podrascanin e Stankovic centrali ed Henno libero.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà