Successo per un Silvio Orlando sarcastico e arrivista al Municipale

06 Febbraio 2014

orlando

Silvio Orlando con la pièce “Il nipote di Rameau”, incontra Diderot sul palco del Municipale ed incanta il pubblico piacentino accorso numeroso. Nell’atto unico, in scena stasera e domani, l’attore napoletano interpreta Rameau, nipote di un celebre compositore musicale, che, grazie alle sue doti di parassita e adulatore, si fa strada nella vita e nella societá finchè non si confronta con Denis Diderot, il celeberrimo filosofo francese, emblema di una moralitá inscalfibile e di un’etica intransigente. L’incontro-scontro avviene al Cafè de la Régence, ma potrebbe svolgersi in ogni ristorante del passato, del presente e del futuro in quanto la natura umana, con i suoi vizi e le sue virtú, rimane immutabile nel tempo e nello spazio. Tanti gli applausi.
“Il nipote di Rameau porta in scena l’eterno tema tra l’intellettuale e il potere, la funzione dell’intellettuale all’interno della società in cui deve capire se vuole accarezzare il potere o svolgere una funzione critica, essere sudditi è comodo essere cittadini è più dignitoso” parole dell’attore e regista Silvio Orlando ai microfoni di Telelibertà.

Notizia delle 11.25 – Stasera e domani, la Stagione di prosa Tre per te organizzata da Teatro Gioco Vita ospita al Teatro Municipale “Il nipote di Rameau”. Protagonista del capolavoro satirico settecentesco, riproposto in un atto unico snello e accattivante. A dargli corpo e voce, uno straordinario Silvio orlando, tra gli interpreti migliori del cinema italiano e uno degli attori chiave di Nanni Moretti, pluripremiato nel ruolo de Il Caimano.
Orlando, che con Edoardo Erba ha curato la traduzione e l’adattamento del dialogo filosofico di Diderot e ne firma la regia, sarà affiancato da Amerigo Fontani, la moglie Maria Laura Rondanini e dal clavicembalista Luca Testa. Il pubblico potrà incontrarli domani alle ore 18 al Teatro Filodrammatici nel consueto incontro del ciclo Ditelo all’attore, condotto dal critico teatrale Enrico Marcotti.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà