Invincibile Copra Elior. Per Piacenza è la seconda coppa Italia. Le foto

09 Marzo 2014

20140309-203748.jpg

Piacenza conquista la seconda coppa Italia dell’anno. Questa volta tocca ad una straordinaria Copra Elior bissare il successo di Rebecchi Nordmeccanica in ambito femminile.
I biancorossi di Monti, dopo aver regolato in semifinale Trento, annientano le resistenze di Sir Safety Perugia con un netto 3-0 che non deve però ingannare. La finalissima è stata disputata ad altissimi livelli, con la squadra umbra allenata da Slobodan “Boban” Kovac sempre pronta ad approfittare dei rari momenti di rilassatezza di Simon e compagni che hanno però meritato la conquista della seconda coccarda tricolore della storia della società del presidente Molinaroli, dopo quella ottenuta in serie A2 nella stagione 2001-2002. Alessandro Fei è stato individuato come il miglior uomo in campo.
Simon e soci hanno fatto loro il trofeo in un PalaDozza reso una vera bolgia dal pubblico piacentino presente in massa nel palazzetto di Bologna. La festa per Copra Elior è ufficialmente partita ed è lecito attendersi che prosegua ancora a lungo.

COPRA ELIOR-SIR SAFETY PERUGIA 3-0 (28-26 25-21 25-19)

Le congratulazioni del sindaco Dosi

Le congratulazioni del Coni

Le congratulazioni del vicepresidente della Provincia Maurizio Parma

Aggiornamento terzo set
Il Copra Elior è a un solo set dalla prima storica Coppa Italia e prova ad avvicinarsi ancora di più in avvio di terzo set, scappando prima sul 4-2 (ace di Fei) e poi sul 7-4 (Vettori). Lo stesso “Vetto” mette la firma sul 9-5, con Perugia che appare alle corde anche se accorcia disperatamente con Buti e Atanasijevic (11-9). Sul 15-14, però, Piacenza accelera, con uno scatto che taglia le gambe alla Sir: 18-14, preludio al 25-19 che regala a Piacenza la prima Coppa Italia di A1 della storia.

Aggiornamento secondo set
Nella bolgia del PalaDozza, Copra Elior ad un set dalla coppa Italia
Grande equilibrio in avvio di secondo set, dove rientra in campo Vettori. Simon firma il minibreak (12-10), poi ampliato dal contrattacco di Vettori da posto uno. Time out Perugia, ma Petric spara out per il 14-10 biancorosso. Lo stesso schiacciatore serbo si fa perdonare firmando il -2 successivo (15-13). Gli umbri cercano disperatamente l’aggancio, ma non arriva: 25-21 (muro incredibile di Fei) e 2-0 Piacenza.

COPRA ELIOR-SIR SAFETY PERUGIA 2-0 (28-26 25-21)

Aggiornamento primo set
Il primo allungo è di Piacenza, che trova il break con l’ace di Simon: 9-7 e time out Perugia, subito capace di annullare il divario nel punteggio (9-9). Il Copra Elior, però, non si scompone e scappa sul turno in battuta di Papi (15-11). Gli umbri si rifanno sotto con il muro di Semenzato su Vettori (17-15) e con lo stesso fondamentale trovano il -1: 20-19 e time out Monti. La sosta del tecnico pavese non basta, perché Vettori attacca out e poi Vujevic trova l’ace del 20-22 Sir. Nuovo time out per il Copra Elior, dentro Le Roux per Vettori, poi Piacenza trova il pareggio a quota 22. Si arriva in volata, dove sul 26-26 il video chech restituisce a Piacenza due torti arbitrali: invasione Perugia e ace di SImon per il 28-26.

Notizia delle 17.30
Tutto pronto in un PalaDozza ribollente. Dopo il doppio 3-1 rifilatole in campionato, Copra Elior ritrova Perugia a rappresentare l’ultimo ostacolo prima della conquista della coppa Italia. Inutile nasconderlo: i piacentini partono con il netto favore del pronostico, nonostante dovranno, quasi sicuramente, rinunciare nuovamente al loro capitano, Hristo Zlatanov, ieri sostituito in maniera egregia da Kaliberda. L’italo-bulgaro è in panchina e, in caso di necessità, potrà contribuire alla rincorsa di quella che sarebbe la seconda coppa Italia della storia di Copra Elior. Il sestetto iniziale è lo stesso che ieri ha fatto fuori Trento in semi-finale. Dunque: De Cecco in palleggio, Vettori opposto, Papi e Kaliberda in posto quattro, Fei e Simon centrali e Marra libero.

Notizia delle 15
Febbre-Copra Elior: marea biancorossa verso Bologna
Nuova invasione biancorossa di Bologna: la marea piacentina verso la città felsinea, dove alle 17.30 andrà in scena la finalissima di coppa Italia, tra Copra Elior e Sir Safety Perugia, si è appena messa in movimento. Al PalaDozza la squadra di Monti punta alla seconda coppa Italia della storia della società del presidente Molinaroli.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà