Commercianti via Taverna: “Incassi dimezzati, servono iniziative”

19 Marzo 2014

commercianti via Taverna (14)-800

“Non siamo commercianti di serie B e abbiamo bisogno di essere sostenuti con interventi di valorizzazione e riqualificazione”. È un coro unanime quello che si leva dai commercianti di via Taverna che lamentano un calo degli introiti del 50% negli ultimi anni dovuto non solo alla crisi ma anche a uno stato di abbandono e degrado della via.

“Sarebbe bello poter contare su iniziative come i venerdì piacentini” suggerisce un barista mentre il titolare di una tabaccheria chiede più controlli contro i parcheggi selvaggi. “Ma la macchina dove la mettono i clienti? – controbatte un altro negoziante, che aggiunge -: rischiamo di trovarci poi con una via chiusa al traffico come vorrebbero i residenti e allora il commercio morirebbe del tutto”.

L’assessore al commercio del comune Katia Tarasconi si è detta disponibile a prendere in considerazione eventuali proposte da parte dei negozianti. Questa sera alle 21 i commercianti si incontreranno alla Coop Lupi per confrontarsi, adottare strategie e proporre idee da sottoporre al Comune.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà