Copra Elior ko a Macerata. Città di Castello primo ostacolo ai play-off

23 Marzo 2014

20140323-194926.jpg

Macerata si regala il primato in classifica e rispedisce il Copra Elior al secondo posto al termine di una gara deludente per i biancorossi che abdicano così dalla prima piazza che avrebbe garantito l’accesso diretto alla Champions League 2014. Per la formazione di Monti sarà Città di Castello il primo ostacolo per la corsa verso il tricolore. Questi sono gli accoppiamenti per i play-off scudetto che partiranno già giovedì prossimo:

Macerata – Verona
Trento – Modena
Perugia – Cuneo
Piacenza – Città di Castello

Il match termina con un secco 3-0 che regala a Macerata i punti del contro sorpasso in graduatoria: sono i marchigiani a chiudere primi la regular season e accedere in via diretta alla prossima Champions League.
Anche nel parziale conclusivo, i padroni di casa non vogliono mollare l’osso e ripartono bene (2-0 con Zaytsev), Piacenza risponde con Kaliberda (5-5) e sorpassa (5-7) con il turno in battuta di Simon. Macerata non si perde d’animo e trova il nuovo spunto con Kurek (9-8) e si asciuga sul + 2 (12-10). Simon ristabilisce la parità con un muro da urlo (12-12), ma due ace permettono a Macerata di scappare nuovamente (16-14). Monti ferma il gioco, Zaytsev però trova il contrattacco del 18-15. Altro time out piacentino, ma non è giornata: tocco out di Fei per il 20-16, preludio al 25-20 Lube.

IL TABELLINO

CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Henno (L), Parodi, Zaytsev 15, Stankovic 4, Patriarca, Kovar 11, Monopoli, Giombini n.e., Provvisiero n.e., Kurek 10, Baranowicz 5, Podrascanin 6. All. Giuliani.
COPRA ELIOR PIACENZA: Marra (L), Le Roux 6, Partenio n.e., Papi 1, Fei 5, Smerilli n.e., Kaliberda 9, Simon 8, Zlatanov 5, Husaj n.e., Tencati n.e., Vettori 2, De Cecco 2. All. Monti.
ARBITRI: Saltalippi (PG) – Sobrero (SV).
PARZIALI: 25-14 (23’),25-20 (24’9, 25-20 (28′).
NOTE: Spettatori 2190, incasso 11700 Euro. Lube bs 11, ace 11, muri 5, errori 5, ricezione 51% (37% prf), attacco 51%. Copra bs 12, ace 3, muri 8, errori 12, ricezione 32% (14% prf), attacco 37%.

Aggiornamento secondo set
Monti schiera Zlatanov al posto di Kaliberda, in evidente difficoltà in ricezione nel primo parziale. Vettori, però, continua la propria crisi di vocazione in attacco (due errori per l’8-4 locale) e viene nuovamente sostituito da Le Roux. L’ace di Simon è un lampo di Piacenza (8-6), ma Macerata appare in grande forma e riallunga subito con Kurek (10-6), con il polacco che trova l’ace del +6 (12-6). Il Copra Elior non regge il confronto e un attacco out regala il 16-9 alla Cucine Lube Banca Marche. Time out piacentino, Simon suona la carica (16-12 e time out maceratese), poi Kaliberda avvicenda Papi e trova il muro del -3 (18-15). La reazione non basta: primo tempo out di Fei, 25-20 Lube e 2-0 Macerata.

Aggiornamento primo set
Piacenza firma il minibreak (9-7), poi Macerata recupera con il turno in battuta di Stankovic e si asciuga sul +2 (12-10). Dopo la sosta, la Lube allunga ulteriormente con l’ace di Zaytsev, che convince Monti a fermare il gioco (13-10), ma non la verve marchigiana dai nove metri (15-11). Sul 17-12 a firma di Kurek, il Copra Elior prova a reagire con i muri di De Cecco e Fei per il 17-14. Time out locale, ma Piacenza spreca con Vettori (out per il 19-14) e viene punita dall’ace di Baranowicz (20-14). Nuovo time out Monti, poi entra Le Roux per “Vetto”, ma è tutto inutile: 25-14 Macerata con il filotto in battuta del suo palleggiatore.

Notizia delle 17.30
Squadre in campo al PalaFontescodella di Macerata davanti al tutto esaurito. La Cucine Lube Banca Marche schiera Baranowicz in palleggio, Zaytsev opposto, Kurek e Kovar in posto quattro, Podrascanin e Stankovic al centro e Henno libero. Dal canto suo, il Copra Elior risponde con la diagonale De Cecco-Vettori, con i martelli Papi e Kaliberda, con i centrali Simon e Fei e con Marra libero. Prima della sfida, ricordato Vigor Bovolenta nel biennale della sua scomparsa (che ricorre domani) con le due formazioni che hanno indossato una maglia bianca con il suo numero 16.

Notizia delle 8.25
Oggi alle 17.30, sarà scontro finale: si chiude la regular season e per il Copra Elior è tempo di grandi sfide. A Macerata va in scena l’atto finale di un duello che ha appassionato l’Italia del volley e che ha visto i ragazzi di Monti piazzare il clamoroso sorpasso proprio sette giorni fa. I marchigiani sono da alcune settimane in evidente flessione, ma domani in un Palasport Fontescodella che si preannuncia ribollente, sarà un’autentica battaglia. Non tanto per il puro prestigio di chiudere in vetta la stagione regolare, quanto per riuscire a conquistare la matematica certezza di poter prender parte alla prossima edizione della Champions League.
Non solo, la leadership offrirebbe parecchi vantaggi anche nel corso delle gare post campionato, con un numero maggiore di sfide interne sulle quali contare per chi taglierà il traguardo in testa. Macerata reduce da due sconfitte consecutive, ma mai battuta tra le mura amiche: Copra Elior va a caccia dell’impresa.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà