Diesel Rebecchi Nordmeccanica si aggiudica il primo round con Busto

26 Aprile 2014

20140426-230848.jpg

Yamamay Busto Arsizio spaventa Rebecchi Nordmeccanica e il pubblico piacentino che gremisce il Palabanca, ma Leggeri e socie rispondono a modo loro: tre set, quelli successivi, che fanno segnare il sorpasso e soprattutto la conquista del primo punto nella serie di finale scudetto. E mercoledì al Palabanca, alle 20, sarà già tempo di rivincite.

REBECCHI NORDMECCANICA – YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 3-1 (21-25 26-24 25-15 25-23)

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA: Poggi (L), Valeriano, Leggeri 7, De Kruijf 9, Van Hecke 12, Meijners 28, Manzano, Ferretti, Sansonna (L), Bramborova 1, Caracuta, Bosetti 18, Vindevoghel 1. All. Caprara.
UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO: Ortolani 16, Garzaro 6, Bianchini 2, Michel 6, Leonardi, Marcon 9, Spirito, Sloetjes 1, Buijs 12, Arrighetti 8, Wolosz 2, Petrucci 1. All. Parisi.
Arbitri: Padoan e Perri.
Spettatori: 3450.

Aggiornamento quarto set
Il quarto set vede il riscatto iniziale di Busto Arsizio (2-5). Piacenza si aggrappa al parziale (5-5), poi mette la freccia: Bosetti contrattacca per il 9-8, De Kruijf firma l’ace del 10-8. Sull’11-9 si infortuna la Ortolani, sostituita dalla Sloetjes, poi Busto trova l’aggancio a quota tredici. Il parziale rimane in equilibrio, poi sul 19-17 rientra la Ortolani e le bustocche firmano il 20-20. Decisiva la Meijners (22-20), poi Piacenza chiude 25-23 e 3-1

Aggiornamento terzo set
La rimonta carica la Rebecchi Nordmeccanica, che riparte di slancio con il muro (5-2). Parisi interrompe il gioco, ma non la verve piacentina (10-5). Cambio in regia: dentro Petrucci per Wolosz, ma le padrone di casa fanno nuovamente male in battuta con la Meijners con l’ace del 12-6. Per la Rebecchi Nordmeccanica, la strada si fa in discesa: 18-11, 25-15 e 2-1.

Aggiornamento secondo set
La strada si fa in salita per Piacenza, che nel secondo set va sotto 5-2. Caprara ferma il gioco tentando di scuotere le proprie giocatrici, ma Busto trova il +4 con un attacco in seconda linea di Buijs (3-7). Nel momento più difficile, la Rebecchi Nordmeccanica reagisce con il muro e trova il -1 con la Meijners, grande ex di turno (8-9). Time out lombardo, con lo scarto che rimane invariato al time out tecnico (11-12). Dopo, però, Busto mette nuovamente la freccia (11-15). Time out Piacenza, che si riavvicina sul turno in battuta float di Ferretti (17-18). I tiramolla proseguono, si arriva in volata dove Piacenza aggancia Busto a quota 23, sorpassa con l’ace della Meijners (25-24) e chiude con il muro di Bosetti in posto quattro su Arrighetti.

Aggiornamento primo set
Parte con il piede sbagliato gara 1 della serie finale tra Rebecchi Nordmeccanica e Busto Arsizio: le lombarde conquistano il primo parziale con il punteggio di 25-21.
La partenza sorride all’Unendo Yamamay, che scappa sul 5-1. Il muro di Robin De Kruijf risveglia Piacenza (3-5), i due di Leggeri su Marcon e Michel valgono il pareggio (8-8). Il parziale è equilibrato, poi a spezzarlo è ancora la De Kruijf: attacco e muro per il 15-13 locale. La Rebecchi Nordmeccanica è sempre più “orange”: ace della Meijners per il 16-13 che convince Parisi a fermare il gioco. Busto si affida al muro per rialzare la testa (16-15), poi approfitta dell’errore della Van Hecke per pareggiare (17-17). Dentro la giovane Bianchini al servizio, con due ace che regalano il +2 alle bustocche (17-19). Le ospiti trovano il 21-18 con il muro di Ortolani su Leggeri, Caprara ferma il gioco, ma non basta: Busto chiude 25-21 con Arrighetti.

REBECCHI NORDMECCANICA PIACENZA – UNENDO YAMAMAY BUSTO ARSIZIO 0-1 (21-25)
Notizia delle 20.30
La sfida scudetto è partita. Al Palabanca Rebecchi Nordmeccanica e Unendo Yamamay Busto Arsizio si sfidano in gara1 della serie che si risolverà al meglio dei cinque incontri. Le piacentine sono in campo con il sestetto tipo: Ferretti in palleggio, Van Hecke opposta, Bosetti e Meijners in posto quattro, Leggeri e De Kruijf al centro e Sansonna libero.

Notizia delle 11
Rebecchi Nordmeccanica, stasera prima sfida scudetto. Da Busto 500 tifosi
Si termina la stagione alla stessa maniera di come si era aperta: Rebecchi Nordmeccanica e Unendo Yamamay Busto Arsizio una di fronte all’altra proprio come in occasione del primo test stagionale di Bormio. Non è però più tempo di andare alla ricerca della migliore condizione fisica o degli automatismi di squadra: è il giorno delle grandissime emozioni al Palabanca. Alle 20.30 infatti, scocca l’ora del duello-scudetto tra le campionesse d’Italia e le “farfalle” lombarde. Primi due capitoli della serie, al meglio delle cinque gare, che saranno vissuti a Piacenza, con gara 2 che si disputerà già mercoledì prossimo: partire con il piede pigiato sull’acceleratore e portarsi sul 2-0 significherebbe, per Leggeri e compagne, ipotecare di fatto il secondo tricolore consecutivo. Vietato però sottovalutare le bustocche che, nel cammino play off, hanno sovvertito pronostici già scritti, prima eliminando Foppapedretti Bergamo, successivamente firmando il vero capolavoro, togliendo di mezzo la strafavorita Imoco Conegliano.

Rebecchi Nordmeccanica giunge invece all’ultimo atto della stagione, forte di un percorso netto incredibile. Un solo set concesso ad Urbino, prima di asfaltare letteralmente la malcapitata Novara: è ciò che recita il bollettino della schiacciasassi piacentina. Sarà tutt’altra musica nella serie conclusiva: la squadra di coach Parisi ha recuperato tutte quante le migliori interpreti, a cominciare dalla schiacciatrice Sloetjies definitivamente rientrata nei ranghi dopo una lunga assenza per infortunio.

Al Palabanca sono preannunciati oltre 500 tifosi al seguito della formazione biancorossa che proverà a firmare una nuova impresa: per difendere lo scudetto cucito sulle maglie biancoblu, servirà la Rebecchi Nordmeccanica dei giorni migliori.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà