La stagione del Piace si chiude con una disfatta: addio sogno ripescaggio

11 Maggio 2014

20140511-203232.jpg

La corsa play off del Piacenza si arresta ancor prima di cominciare. Il Seregno si rivela ancora una volta ostacolo insormontabile per i biancorossi che dicono addio ai sogni di gloria. Al Garilli termina 3-1 in favore della squadra brianzola che dunque si qualifica alla seconda fase.
Il gol di Magrin a metà del primo tempo è il frutto di una clamorosa topica di Serena che, sulla punizione calciata dal centrocampista da trenta metri, si lascia clamorosamente beffare dal rimbalzo del pallone. La reazione dei padroni di casa, sul finire di primo tempo, produce il clamoroso errore di Marrazzo che spara sul portiere un pallone d’oro, dopo la segnalazione di fuorigioco del guaridialinee ignorata giustamente dal direttore di gara. Il Piacenza cola a picco nella ripresa sotto i colpi di Marzeglia che pone fine alla tribolata stagione biancorossa. Conta solo per gli annali la rete di Marrazzo in pieno recupero sugli sviluppi di un angolo.
Potrebbe essere stata l’ultima uscita da allenatore del Piacenza per William Viali. In tribuna, ad assistere alla gara c’era anche Andrea Bottazzi, futuro direttore sportivo della società dei fratelli Gatti.
Al termine del match, i tifosi biancorossi hanno atteso all’esterno i protagonisti: presenti i carabinieri a sorvegliare sulla situazione che è comunque rimasta nell’ambito della contestazione verbale.

Aggiornamento
Marzeglia firma anche il tris al 17′ con il Piacenza assolutamente inesistente in campo: dopo la gran parata di Serena su Lacchini, il centravanti griffa la doppietta che, di fatto, pone fine ai sogni di gloria del Piacenza.

Aggiornamento
Il Seregno raddoppia al 13′: il cross da sinistra di Mureno è perfetto per la testa di Marzeglia che incorna un pallone che si insacca alle spalle di Serena. Un’azione che ha trovato impreparata tutta quanta la retroguardia biancorossa: per il Piace si mette male. Anche perchè, subito dopo, è sul destro di Lacchini la palla del tris: rigore in movimento disinnescato da Serena in angolo.

Aggiornamento
Al 36′ clamorosa palla gol a disposizione del Piacenza: coast to coast di Sanashvili che, giunto sulla trequarti avversaria perde palla. La sfera giunge a Marrazzo, il guardialinee sbandiera ma il direttore di gara lascia giustamente proseguire: a tu per tu con Dosoli calcia un destro che l’estremo difensore smanaccia in angolo.

Aggiornamento
Al 22′ è clamorosa la topica di Serena che, sulla punizione di Magrin calciata da circa trenta metri: il pallone rimbalza di fronte all’estremo difensore e si insacca per la rete che vale il vantaggio dell’undici di Sassarini.

Notizia delle 15.10
Partenza a razzo del Piacenza: dopo soli tre minuti di gioco sono già due le nitide occasioni da rete in favore dei biancorossi. Prima Marrazzo con un pallonetto calciato alto sopra la traversa, successivamente Volpe con un destro dal cuore dell’area che ha impegnato Dosoli sono stati gli squilli di un Piace già in palla.

Notizia delle 15
Con il Seregno è sfida secca, con il Piacenza che parte con il vantaggio di avere a disposizione due risultati su tre per agguantare la qualificazione al secondo turno dei play off di serie D. Il miglior piazzamento in campionato di Volpe e soci rispetto alla squadra di Sassarini fornisce dunque ai biancorossi la possibilità di poter raggiungere l’obiettivo anche con un pareggio. Per nulla semplice al cospetto di una formazione capace già una volta di violare il Garilli, in occasione dell’ultima gara targata Venturato.
Viali deve rinunciare a Ferrari e Milani, entrambi squalificati. Queste le formazioni in campo:

PIACENZA: Serena, Cavicchia, Tognassi, Emiliano, Sanashvili; Bovi, Tacchinardi; Volpe, Pignat, Martino; Marrazzo. All. Viali

SEREGNO: Dosoli, Lucente, Mureno, Magrin, Cortinovis, Di Maio, Vitali, Lacchini, Marzeglia, Battaglino, Cavalcante. All. Sassarini

Arbitro: Rossi di Novara

© Copyright 2021 Editoriale Libertà