Tedesco manda ko il Piace sul “ring” di Rimini. Il video del gol

22 Marzo 2015

20150322-193432.jpg

Nella bolgia del “Romeo Neri” di Rimini, il Piacenza vede interrompersi la propria striscia vincente al termine di un match di rara intensità agonistica, ardore atletico e rarissime occasioni. Portiere pressochè inoperosi per gran parte della sfida; al 71′ la svolta: l’arbitro assegna a Colicchio il secondo giallo di giornata per un fallo al limite dell’area e dalla susseguente punizione, Tarolli non è irreprensibile sulla stoccata di Tedesco che firma l’1-0. Dopo oltre un’ora di battaglia in cui il Piace regge il confronto con i romagnoli, i ragazzi di De Paola non trovano forza e spazi per raddrizzare una sfida d’altri tempi. Dopo cinque vittorie consecutive, il Piace si inchina a Pera e compagni. Mercoledì di nuovo in campo: al Garilli sarà di scena il Thermal Abano.

RIMINI: Dini, Calori, Florio, Di Deo, Cacioli, Martinelli, Berardi (40′ s.t. Versienti), Torelli, Pera, Kabine (15′ s.t. Mazzocchi), Tedesco (32′ s.t. Spinosa). A disposizione: Carezza, Barasso, Guastamacchia, Masini, Paganelli, Verdone. All.: Cari.
PIACENZA:Tarolli, Ruffini, Zagnoni, Corso, Colicchio, Di Maio, Volpe (36′ s.t. Bertazzoli), Mauri (26′ s.t. Tarantino), Tiboni, Compiani (20′ s.t. Saber), Lisi. A disposizione: Di Graci, Battistotti, Cifarelli, D’Aniello, Orlandi, Minasola. All.: De Paola.
Arbitro: Chindemi di Vitebro. Assistenti: Avalos di Legnano e Lattanzi di Milano
Rete: 71′ Tedesco

Aggiornamento
Al 24′ del secondo tempo, Piacenza in inferiorità numerica e sotto di un gol: Colicchio “guadagna” il secondo giallo di giornata per un fallo ai trenta metri: sulla punizione susseguente è Tedesco a castigare con il mancino con Tarolli che tenta il tuffo con un pizzico di ritardo. Al Neri è un’autentica bolgia con il pubblico riminese a sospingere la squadra di Cari che ora ha la partita in mano dopo che il Piacenza aveva retto alla grande il confronto con i romagnoli.

Aggiornamento
Si chiude senza reti il primo tempo tra Rimini e Piacenza, 45 minuti di enorme dispendio fisico su entrambi i fronti: gara estremamente muscolare, con occasioni da gol pressochè inesistenti. È un comunque un ottimo Piacenza che regge il confronto con la super capolista del girone.

Aggiornamento
Gran partita sotto l’aspetto del temperamento e dell’ardore su entrambi i fronti. Il clima incandescente che aleggia sulle tribune ha evidentemente contagiato anche i 22 in campo: gara spigolosa, con parecchi contrasti anche duri, ma che rimane nell’ambito della correttezza e del fair play. È comunque un Piacenza che sta reggendo alla grande il confronto con la capolista. Il 4-3-3 di De Paola, in fase difensiva diviene spesso un 4-5-1 dove anche gli attaccanti si sacrificano in fase di copertura con buona applicazione. Dopo mezz’ora di gioco peró, nessuna occasione da gol da segnalare se non un mancino da fuori scagliato dal limite dell’area da Tedesco: abbondantemente a lato.

Aggiornamento
Clima incandescente al Neri di Rimini dove il Piacenza sfida la capolista di fronte ad una cornice di gran lusso. Formaizioni che non presentano novità rispetto a quanto annunciato nell’immediata viglilia. Nel Rimini non c’è Ricchiuti. Tra le fila biancorosse, schierato in mediana Compiani al posto dell’indisponibile Saber.

RIMINI: Dini, Calori, Florio, Di Deo, Cacioli, Martinelli, Berardi (40′ s.t. Versienti), Torelli, Pera, Kabine (15′ s.t. Mazzocchi), Tedesco (32′ s.t. Spinosa). A disposizione: Carezza, Barasso, Guastamacchia, Masini, Paganelli, Verdone. All.: Cari.
PIACENZA:Tarolli, Ruffini, Zagnoni, Corso, Colicchio, Di Maio, Volpe (36′ s.t. Bertazzoli), Mauri (26′ s.t. Tarantino), Tiboni, Compiani (20′ s.t. Saber), Lisi. A disposizione: Di Graci, Battistotti, Cifarelli, D’Aniello, Orlandi, Minasola. All.: De Paola.

Notizia delle 7
Non ci sono certo velleità di rimonta, ma dalla trasferta al “Neri” di Rimini, il Piace di De Paola punta ad un ritorno in città con un risultato di prestigio. Al cospetto della capolista, Volpe e soci cercano quello che sarebbe il sesto successo consecutivo. La squadra di Cari, a +15 sul Piacenza, sarà priva del fantasista argentino Adrian Ricchiuti, ma al centro dell’attacco ci sarà Pera, il tiratore scelto del torneo con ben 28 centri.
Tra le fila biancorosse, assente Girometta per squalifica, Montanari out per infortunio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà