Kosovo, grazie agli alpini nasce la Squadra di soccorso in montagna. Foto

04 Maggio 2015

alpini in kosovo - corso di alpinismo - preparazione alla calata della barella con ferito

E’ un progetto ideato e sviluppato dai militari italiani quello portato a termine in Kosovo dal contingente guidato dal colonnello piacentino Carlo Cavalli. Ieri mattina presso le pareti rocciose della valle Rugova, poco distante dalla cittadina di Peč/Peja, si è svolta l’esercitazione finale del “corso di soccorso in montagna”, organizzato dal CIMIC del contingente italiano in favore della popolazione locale per costituire la prima squadra di soccorso in montagna del Kosovo, capace di intervenire autonomamente in caso di incidenti ed emergenze in montagna e in ambienti impervi, nonché a costituire un primo team di soccorritori capaci di formarne dei nuovi.

All’esercitazione finale hanno assistito il Comandante del Multinational Battle Group West, Col. Carlo Cavalli, e il sindaco di Peč/Peja Gazmend Muhaxheri, grande sostenitore dell’iniziativa sin dalla sua origine.

L’esistenza di questo gruppo di intervento permetterà di sostenere lo sviluppo economico e turistico nell’area della Val Rugova, grazie a migliori standard di sicurezza e di soccorso a favore dei potenziali turisti praticanti le discipline sportive in montagna.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà