Presidente aggredisce l’arbitro, partita sospesa. Il video

10 Maggio 2015

Royale Fiore

Finisce nella maniera più ingloriosa, con l’arbitro costretto a decretare la fine anticipata della partita tra Royale Fiore e Medesanese per motivi di sicurezza, subito dopo l’aggressione subita a metà campo del presidente del club piacentino Salvatore Rizzo nel corso dell’intervallo tra i due tempi supplementari.
A Gossolengo, lo spareggio tra i gigliati e il club parmense è infuocato e si arriva a metà secondo tempo con i biancoviola ridotti addirittura in otto uomini: espulsi Kobina, Signaroldi e Centi, oltre a mister Melotti. Clima incandescente anche all’esterno con alcuni genitori dei ragazzi in campo, protagonisti di episodi tutt’altro che edificanti. Proprio in quel frangente, anche un giocatore parmense trova il modo per farsi cacciare. Si esaurisce il primo supplementare sul 2-2 con il Royale Fiore che resiste ma perde un altro giocatore per espulsione (Cossetti); nel corso dell’intervallo tra i due periodi, ecco il fattaccio. Salvatore Rizzo irrompe in campo e mette nel mirino la terna: frenato da alcuni dirigenti subito dopo aver colpito il direttore di gara, la stessa giacchetta nera pone fine alla domenica più nera della storia del Royale Fiore. Partita sospesa, punteggio da omologare e probabile mannaia del giudice sportivo in arrivo sulla società piacentina che con tutta probabilità saluterà la Promozione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà