Antognoni a Fiorenzuola. Pighi: “Il prossimo dieci che porto sarà Totti”

10 Giugno 2015

IMG_2553.JPG

Evidentemente i numeri dieci rappresentano una delle debolezze del volto nuovo in ambito dirigenziale, ovvero Roberto Pighi che oggi, a Fiorenzuola, ha portato niente meno che un campione del mondo. È toccato infatti a Giancarlo Antognoni vestire i panni del testiomonial d’eccezione di un segmento della società valdardese che sta particolarmente a cuore al club del presidente Pinalli: il vivaio, l’Academy rossonera, è il fiore all’occhiello e così si è puntato sull’immagine pulita e rassicurante dell’ex capitano della Fiorentina. Una delle ultime bandiere della nostra serie A che, prima di essere ricevuto in comune dal sindaco Giovanni Compiani, ha parlato anche dell’attuale stato di salute del calcio italiano e non solo.
“Purtroppo le notizie che arrivano non sono affatto positive – ha detto Antognoni -: scandali a ripetizione che minano la credibilità dello sport. Serve un cambio di mentalità e soprattuto un ricambio della classe dirigente”. Quando gli facciamo notare che potrebbe essere lui, uomo di campo, la figura ideale per ricoprire una carica così delicata come il capo della Federazione, si schernisce e glissa.
La chiaccherata è costantemente interrotta da persone di ogni età che vogliono una foto ricordo con un autentico mito del calcio di casa nostra. Gongola Roberto Pighi, al quale chiediamo novità che riguardino il Fiorenzuola, ma esce poco o nulla dalla sua bocca in ambito mercato: “C’è chi sta lavorando per questo e siamo tranquilli. Antognoni non vi basta? – scherza Pighi che poi va oltre -: il prossimo numero dieci che porterò a Fiorenzuola sarà il Pupone Totti”.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà