Bellocchio ce l’ha fatta: è in concorso a Venezia con “Sangue del mio sangue”

29 Luglio 2015

Sangue del mio sangue (4)

Le voci che circolavano negli ultimi giorni sono state confermate: sono quattro i titoli italiani in corsa per il Leone d’oro alla settantaduesima edizione della Mostra del cinema di Venezia che si inaugura il 2 settembre.

Tra i 4 autori c’è anche il regista piacentino Marco Bellocchio con il suo ultimo film interamente girato a Bobbio “Sangue del mio sangue”. Erano sei edizioni che la Mostra del cinema non aveva quattro titoli italiani in concorso. Gli altri tre sono: “A Bigger Splash” di Luca Guadagnino, “L’attesa” dell’esordiente Piero Messina e “Per amor vostro” di Giuseppe Gaudino.

Tre anni dopo “Bella addormentata” Marco Bellocchio torna quindi in concorso con questo film a cavallo tra due epoche, il Seicento e i giorni nostri, che ha per protagonista Federico, un giovane uomo d’armi interpretato dal figlio Pier Giorgio , sedotto come il suo gemello prete da suor Benedetta che verrà condannata ad essere murata viva nelle antiche prigioni di Bobbio. Nello stesso luogo, secoli dopo, tornerà un altro Federico, sedicente ispettore ministeriale, che scoprirà che l’edificio è ancora abitato da un misterioso conte, che vive solo di notte.

Gli altri interpreti sono Roberto Herlitzka, Filippo Timi e Alba Rohrwacher oltre all’attrice ucraina Lidiya Liberman.

Il trailer del film

© Copyright 2021 Editoriale Libertà