Camera di commercio, Giuseppe Parenti annuncia l’addio

30 Luglio 2015

Giuseppe Parenti

Si chiuderà con un disavanzo di 1 milione 230mila euro il bilancio 2015 della Camera di commercio di Piacenza. “Soldi che attingeremo dalle nostre riserve e che abbiamo messo a disposizione delle imprese e del territorio”, ha spiegato il presidente Giuseppe Parenti commentando la variazione di bilancio. Lo stesso Parenti ha annunciato di non avere intenzione di ricandidarsi nuovamente alla presidenza: “Ho sempre anteposto gli impegni istituzionali a quelli personali, credo sia arrivato il tempo per passare la mano”.
Tra i punti salienti discussi oggi, prima in giunta e poi in consiglio, la Coppa d’oro: sarà consegnata il 9 ottobre, tra i premiati il ministro Maurizio Martina.

Il presidente ha poi illustrato l’avanzamento del progetto per il museo dell’agricoltura negli spazi militari di piazza Cittadella che torneranno alla città: “Il dialogo con il Comune è costante, crediamo che possa essere un’opportunità unica per Piacenza, tanto che numerosi sponsor si sono già proposti per sostenerci. Pensiamo anche che il museo dell’agricoltura possa essere il luogo ideale per posizionare la zolla una volta finita Milano Expo 2015”.

Tra le altre partite aperte, quella che riguarda la riforma delle camere di commercio: per Piacenza esiste una concreta speranza di restare autonoma, se come sembra saranno premiate quelle più virtuose e sane. Infine è stata avviata la dismissione della partecipazione in Tecnoholding, stimata in 480mila euro, e prosegue la vendita “a pezzi” di Imebep.

Tra le criticità, il sostegno al sistema universitario e formativo: “Il Politecnico ha presentato progetti che siamo stati costretti a bocciare per mancanza di risorse, ciò non aiuta sicuramente la loro permanenza a Piacenza. Abbiamo ridotto i contributi anche alla Cattolica, al Nicolini e alla Cherubini, serve uno sforzo collettivo di tutte le istituzioni per fare in modo che queste eccellenze non svaniscano”.

L’intervista integrale a Giuseppe Parenti realizzata dal direttore del Tgl Nicoletta Bracchi andrà in onda questa sera alle 20.05 su Telelibertà.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà