Piacenza

Non bastano le invenzioni di Viali e il cuore: il Pro cade all’ultimo assalto

19 dicembre 2015

PRO PIACENZA  - MANTOVA ( FOTO CAVALLI )

Si chiude con una sconfitta immeritata il 2015 del Pro Piacenza che, al Druso di Bolzano, cade per 2-1 di fronte al Sud Tirol. I ragazzi di Viali sfiorano soltanto l’impresa che sfuma al primo minuto di recupero sul gol di Tait, in sospetto fuorigioco. La squadra piacentina si presenta in condizioni disastrose per l’appuntamento in terra altoatesina: sette giocatori out per infortunio, Bini, Sall, Ruffini, Cristofoli, Annarumma, Rieti e Aspas compongono l’infinito elenco degli indisponibili. Viali inventa: dentro Martinez a comporre il tridente ultraleggero d’attacco, con Alessandro e Rantier a sostegno. Barba è chiamato al sacrifico e si sistema sul mancino come esterno basso. La formazione di Stroppa prova ad approfittare delle difficoltà dei piacentini che hanno in Piana e Cauz i due centrali di difesa: Cia spaventa Fumagalli pronti-via con un tiro a giro, ma lo 0-0 regge e il Pro cresce con il trascorrere dei minuti, guidato da un buon Carrus e che ha in Maietti e Schiavini i due guardaspalle. Dopo tre corner calciati nel giro di pochi minuti, ecco il gol che rompe gli indugi: al 27′ è Rantier ad anticipare tutti sulla battuta di Alessandro e a griffare così il suo quarto centro personale. La reazione del Sul Tirol arriva puntuale ma il vantaggio rossonero sembra reggere. Furlan non centra lo specchio da pochi passi, ma al tramonto del primo tempo ecco il pareggio. E’ il bulgaro Kirilov a raccogliere la ribattuta di Fumagalli e a schiacciare il pallone che manda le due squadre negli spogliatoi sull’1-1.

Nella ripresa, il Pro Piacenza è ammirevole: Carrus e soci pressano tutto e tutti e mantengono alta la linea di difesa. Un vero capolavoro quello che sembra profilarsi, con Viali che richiama l’ottimo Martinez e getta nella mischia Lombardi. E’ però Rantier a sfiorare il bis: destro disinnescato da Coser. E’ una fase emozionante del match, con Fumagalli che compie il miracolo sul colpo di testa del neo entrato Girasole. Gli uomini di Stroppa spingono forte, ma il proverbiale cuore del Pro non smette di battere e Rantier, ancora lui, rischia nuovamente il gol partita con un pallone che attraversa tutto lo specchio di porta. Il colpaccio non arriva e, nei dieci minuti finali inizia una fase di apnea che sembra però non produrre danni. Fumagalli si salva a ripetizione sui tentativi in mischia dei padroni di casa, ma all’ultimo assalto è il neo entrato Tait, a deviare di testa un pallone che si infila beffardo alle spalle del portiere ex Casertana. Un vero peccato per un Pro decimato e che, domenica 10 gennaio, alla ripresa del campionato, proverà ad aprire il nuovo anno con la prima vittoria allo stadio Garilli, quando sarà tempo di sfida salvezza con il Lumezzane.

SUD TIROL-PRO PIACENZA 2-1
SUD TIROL: Coser, Bandini, Crovetto, Tagliani, Bertoni, Bassoli, Kirilov, Furlan, Spagnoli, Cia (70′ Girasole), Tulli (42′ st Tait). All. Stroppa (Miori, Brugger, Tait, Gualco, Fink, Gliozzi, Maritato)
PRO PIACENZA: Fumagalli, Calandra, Cauz, Maietti, Piana, Barba, Rantier, Carrus, Martinez (64′ Lombardi), Alessandro, Schiavini (82′ Bignotti). (Bertozzi, Pietra, Bini, Russo, Bignotti, Cassani). All.: Viali.
Arbitro: Curti di Milano
Reti: 27’ pt Rantier, 39’ pt Kirilov, 47′ st Tait

Aggiornamento
Dopo il cambio operato da Viali, dentro Lombardi per Martinez (buona prova), il Pro sfiora addirittura il bis, ancora con Rantier: il destro del transalpino è disinnescato alla grande da Coser. Al 72′ però, miracolo di Fumagalli: l’estremo difensore ribatte il colpo di testa del neo entrato Girasole e mantiene il punteggio sull’1-1.

Aggiornamento
Al 39′, il Sud Tirol perviene al pareggio. E’ Kirilov ad impattare il pallone con il destro che rimbalza sul terreno e scavalca Fumagalli per l’1-1 che premia la buona reazione degli altoatesini dopo il gol di Rantier. Poco prima del gol del bulgaro, era stato Furlan a graziare Fumagalli da due passi. Si va al riposo sul punteggio di un gol per parte.

Aggiornamento
Al 27′, il Pro Piacenza passa in vantaggio. E’ Julien Rantier a firmare la rete dello 0-1 su un’azione d’angolo calciato da Danilo Alessandro. I ragazzi di Viali, dopo un avvio complicato, stanno tenendo testa al Sud Tirol nonostante una formazione inedita. Gianluca Barba funge da terzino di sinistra, al centro della difesa ci sono Piana e Cauz, con Calandra a destra. A centrocampo, con Carrus davanti alla difesa, Maietti e Schiavini sono le mezz’ali; in attacco, il trio Alessandro-Martinez-Rantier prova a far male con l’arma della velocità.

Notizia delle 14.30
La stagione del Pro Piacenza si chiude in emergenza piena: a Bolzano, con il Sud Tirol, mister Viali è costretto a rinunciare a ben sette giocatori, tra i quali Cristofoli, Bini e Sall. Per questo, il tecnico rossonero si affida al giovanissimo Cauz e a Martinez che fa il proprio esordio dal primo minuto. Anche Giorgio Schiavini scende in campo con la maglia da titolare.
Queste le formazioni ufficiali delle due squadre:

SUD TIROL: Coser, Bandini, Crovetto, Tagliani, Bertoni, Bassoli, Kirilov, Furlan, Spagnoli, Cia (70′ Girasole), Tulli. All. Stroppa (Miori, Brugger, Tait, Gualco, Fink, Gliozzi, Maritato)
PRO PIACENZA: Fumagalli, Calandra, Cauz, Maietti, Piana, Barba, Rantier, Carrus, Martinez (64′ Lombardi), Alessandro, Schiavini (82′ Bignotti). (Bertozzi, Pietra, Bini, Russo, Bignotti, Cassani). All.: Viali.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Foto Gallery Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE