Fuori Sacco: la carica dei piacentini a caccia di successo a Londra

17 Febbraio 2016

IMG_4593.JPG

Le storie-simbolo dei piacentini che vivono e lavorano a Londra sono state raccontate a Fuori Sacco su Telelibertà, nel corso della puntata speciale che ha visto il direttore Nicoletta Bracchi lanciare i collegamenti con Michele Rancati dalla capitale britannica.

Protagonisti soprattutto i giovani, a cominciare dai trentenni Paolo Giglio e Giorgio Codeghini, che nei giorni scorsi hanno inaugurato il secondo punto vendita di Pepe, il ristorante take away di pizza e pasta italiane: “Per avere successo ci vogliono idee chiare e impegno, ma qui le opportunità non mancano”.

E poi Luca Colopi, cervello “in fuga” dall’Italia ormai da 10 anni, chiamato per i suoi brillanti risultati universitari e professionali da una importante banca d’affari: “Ero arrivato nel 2006 pensando di stare qualche mese, mi ritrovo ancora qui, sposato e con una bambina”.

Destinazione uguale, ma percorso differente, per Daniele D’Orazi, specializzato in marketing, docente anche all’università della moda di Londra: “Io sono partito da San Nicolò per fare il pescatore in Norvegia; poi sono stato qualche anno a Barcellona dove ho gestito alcuni bar e infine sono arrivato qui, dove mi occupo di marketing. Credo sia un settore, quello legato alle nuove tecnologie e al web, che possa offrire grandi opportunità anche ai giovani piacentini, purché siano preparati e determinati”.

Infine, il racconto dell’avvocato Dimitri Jesini, nato a Londra da genitori emigrati da Monastero di Morfasso, ma con profonde radici nella sua terra di origine: “A volte sentiamo un po’ la frustrazione di vedere le nostre zone che si spopolano o che sono alle prese con problematiche come quelle del Carbonext, senza che noi da qui possiamo fare molto”.

Fuori Sacco andrà in replica domani alle 9, venerdì alle 17 e alle 23, sabato alle 11 e alle 20.30, domenica alle 13 e alle 20.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà