Esport, ripartono oggi in Italia i campionati di Rainbow Six e Rocket League

Di Andrea Peroni 13 Settembre 2022

Vai alla pagina principale di Gaming

La scena competitiva italiana dei videogiochi è pronta a ripartire a tutta forza, dando il via alla sua programmazione autunnale con due importanti tornei dedicati a Rocket League e Rainbow Six: Siege organizzati da PG Esports. L’appuntamento, in entrambi i casi, è fissato al 13 settembre, ed entrambi i tornei potranno essere seguiti dai rispettivi canali Twitch ufficiali.

Per lo sparatutto tattico in prima persona di casa Ubisoft, in particolare, queste sono settimane davvero frenetiche. I giocatori hanno da poco accolto la Stagione 3 Brutal Swarm, che introduce le consuete novità. Insieme al nuovo operatore Grim, un attaccante proveniente da Singapore, in questo nuovo evento stagionale torna la mappa Stadium rimessa a nuovo a partire dal nome, Stadium Bravo, insieme alle consuete modifiche in seguito ai feedback della sempre presente e attenta community. Naturalmente queste sono solo alcune delle introduzioni di Brutal Swarm, disponibile da pochi giorni, ma la scena competitiva non resta con le mani in mano e anzi si rimette in azione.

La Italian Cup di Rainbow Six: Siege è un appuntamento attesissimo, in quanto rappresenta la prima Coppa Italia dedicata al gioco lanciato originariamente nel 2015. Nella Italian Cup, che si terrà ogni martedì e mercoledì per un totale di 14 giorni di programmazione, otto team dei PG Nationals sfideranno otto squadre della Be Serious, lega minore del circuito competitivo. Mkers e Macko, rispettivamente campioni d’Italia in carica e secondi al Summer Spit di R6, prendono naturalmente parte alla competizione, insieme a numerose altre squadre note. Tra le new entry troviamo Webidoo, 4Real e Reghium Esports.

“Sento che la prima Coppa Italia di R6 sarà un’occasione per far vedere che c’è di più, sia sotto il profilo dei giocatori e appassionati, sia sotto quello dello show, rinnovato e con tante novità mai viste prima”, spiega Jodi “Chinook” Carraro, uno dei caster di PG Esports insieme a Salvatore “Rakki” Lena, Filippo “Etrurian” Burresi e Valentino “Lordchanka” Allegri. “I favoriti? Senza dubbio Macko e Mkers, anche se gli impegni europei in contemporanea potrebbero favorire Webidoo, hanno quello che serve per competere.”

Carraro spiega poi che la partenza della Coppa Italia di R6, così come il ritorno di altri eventi del mondo esport, fa ben sperare, anche se il settore è in leggero calo nel nostro paese: “Direi che la stabilità del settore è aumentata, anche se penso che la competizione tra rivali stia calando a favore di leader sempre più grandi. C’è un normale rallentamento nella scena esport, dovuto soprattutto all’improvviso boom del 2020/2021.”

La scena competitiva di Rainbow Six non è però la sola a ripartire. Il 13 settembre riprenderà anche l’Italian Rocket Championship, la competizione nostrana che incoronerà il team campione d’Italia di Rocket League. Gli appassionati potranno seguire ogni giovedì e per cinque martedì gli emozionanti scontri tra i migliori team del nostro paese, gettati nella mischia del gioco sportivo a bordo di auto radiocomandate. Delle otto squadre in gara, due sono le new entry, Gl17ch e Twentystars Esports, al loro debutto nel torneo. Gli occhi saranno però ovviamente puntati sugli Exeed, vincitori della scorsa edizione del torneo, ma la concorrenza è agguerrita: nei Reply Totem è infatti rientrato in azione Arju, vincitore di ben quattro stagioni della competizione.

I caster di questo nuova edizione saranno Marco “Goli” Golinelli e Mattia “Tristan” Mele, con il contributo tecnico di Marco “Laru” La Rosa e Nicolas Ezequiel “Nickarg” Sosan. Lorenzo “Kuma” Castiglia e Piero “Tanatoss” De Bartolo parteciperanno come supporto in qualità di Shout Caster.

 

© Copyright 2022 Editoriale Libertà