Piacenza

Spending review, il Comune dà la parola ai cittadini: “Aspettiamo suggerimenti”

5 ottobre 2012

Da sinistra, gli assessori Luigi Rabuffi e Pierangelo Romersi

Il comune di Piacenza a caccia di suggerimenti per ridurre e indirizzare meglio la propria spesa. Da lunedì e fino al 31 ottobre sul sito internet di Palazzo Mercanti e negli uffici di piazza Cavalli e via Beverora chiunque potrà lasciare i propri consigli: quelli realizzabili saranno presi in considerazione nella predisposizione del bilancio.

Ma attenzione: non potranno essere suggeriti nuovi progetti, né potrà essere chiesta la cessazione di contratti in corso. I detrattori di Palazzo Uffici, ad esempio, non avranno di dare libero sfogo alla loro contrarietà.
“Cerchiamo idee utili e realizzabili – ha spiegato l’assessore al Bilancio, Pierangelo Romersi – avviando così nella maniera più partecipata possibile quel piano triennale di razionalizzazione revisione della spesa del Comune. Ovviamente siamo pronti a ricevere ogni tipo di proposta, ma quelle irrealizzabili non saranno ascoltate. In ogni caso, ci impegniamo a rispondere a tutti entro la fine del mese di novembre”.
Ma il Comune non chiede aiuto solo ai cittadini: “Nella rete interna all’ente – ha aggiunto Romersi – i dipendenti avranno la stessa possibilità: chi meglio di loro conosce la macchina amministrativa, dunque le loro idee saranno preziosissime”. “Vogliamo aprire con la città e con il nostro personale un canale diretto e ben oliato – ha aggiunto l’assessore Luigi Rabuffi – che ci consenta di favorire il processo partecipativo e che responsabilizzi cittadini e di lavoratori comunali: una collaborazione reciproca che potrà dare ottimi risultati”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE