Segni zodiacali: il 2013 è l’anno dei Gemelli. Prudenza per Toro e Leone

05 Gennaio 2013


Non si sa quanti ci credano, ma certo è che un’occhiata all’oroscopo la lanciano in tanti, soprattutto a inizio anno nella speranza di ricevere una lieta novella dalle stelle soprattutto se si arriva da un 2012 tutt’altro che roseo.
Poichè il mondo è ancora qui, a dispetto delle profezie Maya, abbiamo dato una sfogliata alle innumerevoli pubblicazioni, siti internet e trafiletti dei quotidiani, che danno spazio alle previsioni astrologiche per il 2013.
A farla da padrone sembrerebbe essere Giove, pianeta della fortuna, che nel prossimo giugno passerà dal segno dei Gemelli a quello del Cancro, dividendo simbolicamente l’anno in due parti.
A godere maggiormente dei suoi benefici, nei primi sei mesi del 2013, saranno i nati sotto il segno dell’Ariete, della Bilancia, del Capricorno e dei Gemelli.
Per loro strada in discesa, innamoramenti dietro l’angolo e il raggiungimento d’insperati traguardi di carriera.
Previste facilitazioni a chiunque abbia intenzione di dare una svolta alla propria vita o di realizzare, finalmente, quel sogno riposto nel cassetto ormai da anni.
Da giugno in poi ad avere il vento in poppa saranno in nati sotto il segno dello Scorpione e dei Pesci, seguiti a ruota da Cancro Vergine e Sagittario.
Per chi finora non è stato menzionato, come i Toro, Leone e Acquario, gli astrologi raccomandano grande prudenza; i nati sotto questi segni subiranno gli influssi di “Saturno contro”, maestro nell’affibbiare una zavorra sulle spalle di chi gli si oppone.
Detto questo gli esperti del settore si lanciano anche in indicazioni più generiche valide per tutti: meglio valutare persone e cose con attenzione, non lanciarsi in imprese finanziarie poco chiare, allenarsi a tirare i freni dell’impulsività e, in ultimo, pensare sempre e comunque positivo.
Consigli che con calcoli astrali o doti magiche hanno poco a che vedere ma che, forse proprio per questo, saranno gli unici che varrà la pena tenere a mente.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà