Piacentini in fuga dalle patenti: 1.300 in meno in un anno

15 Gennaio 2013

Piacentini in fuga dalle patenti: duemila esami in meno dal 2010 al 2011, con un trend negativo che si è fatto ancora più pesante nel 2012, in attesa dei dati ufficiali.
A Piacenza la crisi morde anche in autoscuola, dove il calo degli iscritti si aggira tra il 25 e il 30 per cento. Prendere una patente costa almeno 500 euro, molte famiglie scelgono di rimandare la spesa a tempi migliori. Ma non è questa la sola causa che ha portato gli esami a scendere dai 9.760 del 2010 ai 7.770 del 2011, con un ulteriore cale nel 2012. Le patenti conseguite scendono da 7.110 a 5.842.
“Le difficoltà economiche incidono sicuramente – spiega Giorgio Mainardi, rappresentante dell’Unasca, l’associazione di categoria che riunisce le autoscuole – non solo per il costo dei corsi, ma anche per le spese di mantenimento dell’automobile. Notiamo anche meno entusiasmo da parte dei giovani: a 18 anni non c’è più la corsa a prendere il documento di guida per rendersi più indipendenti. E i ragazzi hanno sviluppato una forte coscienza ecologista e molti scelgono di andare in bici. Non ci consola il fatto che la nostra professionalità non sia in discussione e che il calo sia generalizzato a Piacenza e in tutta Italia”.
A tamponare la crisi, che dura ormai da diversi anni, ci pensavano gli stranieri, che però oggi non rappresentano più quella riserva indispensabile per far lavorare a pieno regime le trenta autoscuole piacentine: “Il crollo si è avuto soprattutto da quando il ministero ha eliminato i quiz tradotti in varie lingue – aggiunge Mainardi – ma purtroppo va segnalato che non è diminuito il numero di stranieri che guidano usando la patente del loro Paese, spesso non convertita come prevede la legge, o senza alcun documento. Una situazione pericolosissima”.
Intanto sabato scatta l’ennesima riforma delle patenti: tra le novità, l’introduzione di 15 categorie al posto delle 7 attuali. Toccati molto da vicino i giovanissimi, con il patentino per lo scooter che non potrà più essere conseguito sui banchi di scuola.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà