Saldo Imu, a mancare sono soprattutto i pagamenti delle imprese

16 Gennaio 2013

Un momento della riunione di questa mattina

Sono soprattutto le imprese e la loro carenza di liquidità a causa della crisi a fare preoccupare il Comune di Piacenza per quanto riguarda il pagamento Imu. La somma che verrà a mancare alle casse di Palazzo Mercanti sarà inferiore ai 5 milioni di euro di cui si era parlato nei giorni scorsi, ma un “buco” ci sarà e la responsabilità pare non debba essere attribuita alle famiglie. “Non diamo quei soldi per persi – ha detto l’assessore Pierangelo Romersi – visto che il ministero deve ancora finire il trasferimento delle nostre quote e soprattutto c’è ancora tempo per pagare”.
E proprio per recuperare risorse, il Comune ha incontrato l’Agenzia delle entrate, quella del Territorio e l’Inps: una riunione finalizzata a rendere ancora più stretta l’alleanza anti evasione, che per Palazzo Mercanti sta dando esiti positivi. “Questo gruppo di lavoro – ha aggiunto Romersi – ha già portato a buoni risultati: mettere in comune le banche dati è molto utile, non solo per scovare chi viene meno ai propri doveri fiscali, ma anche per chiarire se è corretto il rapporto che l’amministrazione ha con cittadini e famiglie, in particolare con quelli che aiuta con le agevolazioni. E poi c’è il capitolo delle segnalazioni di presunte irregolarità: grazie a quelle che abbiamo fatto, ci sono arrivati già 40mila euro per quelle effettivamente andate a buon fine”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà