Unione Commercianti: il 28 gennaio mobilitazione per uscire dalla crisi

22 Gennaio 2013

Lunedì 28 gennaio l’Unione Commercianti organizza su tutto il territorio nazionale iniziative di vario tipo: dalla convocazione degli organi – consigli, assemblee aperte con la partecipazione di imprenditori, politici e amministratori locali, candidati alle elezioni- fino a vere e proprie manifestazioni pubbliche e in piazza per sottolineare la sofferenza delle imprese. Verrà reso pubblico un documento con un contributo di proposte per la prossima legislatura.

Obiettivo far rientrare l’allarme rosso del 2013. Lo ha annunciato il Presidente nazionale Carlo Sangalli, che si è collegato questa mattina alla conferenza piacentina di presentazione della manifestazione e ha presentato una ricerca sull’andamento dei settori. “La realtà di tutti i giorni – ha affermato – parla di un sistema di imprese che continua a rimanere sull’orlo del baratro a causa di una pressione fiscale di oltre il 56% per i contribuenti in regola, una burocrazia che richiede ad ogni impresa 120 adempimenti fiscali e amministrativi all’anno e un sistema del credito che nell’ultimo anno ha ridotto di 32 miliardi l’erogazione di finanziamenti alle aziende.”

© Copyright 2021 Editoriale Libertà