Fli: “Da noi nessun catapultato, Foti vuole solo salvarsi la sedia”

26 Gennaio 2013

Alla presentazione ufficiale della lista Fli per l’Emilia Romagna, tenutasi ieri a Bologna, era presente anche il candidato alla Camera Pierangelo Vignati quale rappresentante della società civile e del territorio piacentino. Nell’occasione i candidati, insieme al coordinatore Enzo Raisi, hanno voluto ribadire che Futuro e Libertà vuole essere l’ala “laica” e di centrodestra della coalizione Monti. Quella di Fli si caratterizza inoltre per essere l’unica lista che non abbia catapultati da fuori regione. Sul punto Raisi ha voluto tirare una frecciata al partito di Berlusconi: ”C’e’ chi presenta Carraro, e chi la medaglia d’oro alle paralimpiadi” ha commentato Raisi, a sottolineare una differenza di stile con il Pdl che nelle liste locali “ne ha catapultati 4 su 6, è qualcosa di mai visto, sono uno sfregio al territorio”. Quanto al voto utile al Pdl: “Non capisco quale sia l’utilità, visto che dopo vent’anni di Berlusconi stiamo peggio di prima: se qualcuno ancora crede nei valori di centrodestra può oggi confermare il voto a Fli, che li ha sempre rappresentati senza piegarsi a certe logiche”. Fli lancia dunque un appello ai delusi del centrodestra: “l’unica politica del fare è stata quella di Monti”. Stroncata in due parole la lista degli ex An, Fratelli d’Italia: “Non ha alcun significato e nessuna prospettiva politica. Serve solo a salvare una sedia per gli amici Foti e Balboni”. Gli interventi dei candidati futuristi hanno poi toccato vari ambiti: dallo stop a nuove tasse, soprattutto per lavoro e imprese, a un sì convinto ai diritti delle coppie di fatto.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà