Maratona, esordio in pista per i rifugiati politici del progetto Sprar

01 Marzo 2013

A far scattare la scintilla è stato un volantino della Placentia Marathon finito nelle mani di uno dei giovani stranieri ospitati del progetto Sprar  (Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati) del comune di Piacenza.
L’immagine ha colpito il ragazzo che ha espresso il desiderio di partecipare alla competizione; la proposta è stata accolta con entusiasmo dai responsabili del progetto che hanno allargato l’invito a tutto il gruppo dei rifugiati politici.
“Tutti e 15 i ragazzi accolti nel progetto Sprar di Piacenza domenica saranno in pista, per partecipare all’evento – ci ha raccontato Davide Tacchini, responsabile locale del progetto – abbiamo deciso di iscriverci alla camminata di 5 chilometri per non mettere in difficoltà chi è meno “sportivo” e dare l’opportunità a tutti di vivere questa esperienza.”
I giovani rifugiati politici provengono da tutto il mondo, in particolare dalle zone “calde” del pianeta; situazioni e storie drammatiche che spesso hanno lasciato un segno profondo: “Per loro è un modo per mostrarsi alla città in un contesto positivo; –  ha spiegato Milena Bolzoni del progetto Sprar – si parla d’immigrazione soprattutto durante le emergenze, è bello poter mettere anche in luce un aspetto di partecipazione dei rifugiati politici alla vita della città”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà