Udc azzerata, restano solo Gallini e Carini. Polemiche tra i montiani Putzu e Gravaghi

07 Marzo 2013

La segreteria provinciale dell’Udc ha deciso di azzerare tutti gli incarichi del partito sul nostro territorio dopo il deludente esito delle recenti elezioni. Restano al loro posto solamente il presidente Pierpaolo Gallini e il segretario Gian Guido Carini perché eletti dal congresso. In attesa delle decisioni dell’assemblea nazionale di oggi a Roma, la struttura locale del partito ha quindi anticipato i tempi e intrapreso la strada di un profondo rinnovamento, che porterà all’individuazione di nuove figure, in particolare giovani, cui affidare gli incarichi più importanti.
Acque agitate anche tra i montiani. Il coordinatore di Italia Futura Piacenza, nonché di Scelta civica a livello locale Giulio Gravaghi risponde a Filiberto Putzu, colpevole a suo dire di aver convocato una riunione post voto in nome del movimento. “Non può farlo – attacca Gravaghi – e comunque ritengo inopportuno in questa fase politica convocare riunioni per discutere di risultati e prospettive che non sono ancora esaminate in modo esaustivo a livello nazionale e regionale. Quindi prematuro aprire un dibattito a livello locale. Le ricordo che pochi giorni fa ho scritto a tutti gli iscritti e simpatizzanti informandoli, d’accordo con i nostri referenti regionali e nazionali, che avrei convocato un’assemblea appena possibile. Sarebbe opportuno che ci muovessimo tutti di concerto. Salti in avanti sono solo controproducenti e dannosi per il movimento”. Non si è fatta attendere la replica di Putzu, che conferma la convocazione dell’incontro oggetto della disputa: “Carissimo Gravaghi, mi sembra una polemica pretestuosa, le riunioni servono ad unire e non a dividere, servono ad allargare il consenso. Le osservazioni che mi poni mi sembrano ingenerose, sia nei modi che nella forma. Il richiamo all’unità di intenti ed al lavoro “assieme”, che condivido appieno, contrasta con una manifesta autoreferenzialità ed una visione vetusta del modo di fare politica”. E ricorda l’invito: “Cari amici, in questa importante fase politica é tempo di scambiare opinioni e di fare sintesi. Scelta Civica ha ottenuto su base provinciale oltre 26.600 voti, ed in cittá ben 10.700 voti. Un patrimonio da rispettare e valorizzare. Ci troviamo per uno scambio di idee e fare il punto della situazione, lunedi 11 marzo alle 20.30 al Circolo dell’Unione di Piazza Cavalli”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà