Caso Pozzi: “Carta bianca al presidente Trespidi che vorrebbe la sostituzione”

08 Marzo 2013

AGGIORNAMENTO DELLE 15 – La “fumata bianca” è attesa per lunedì in Provincia, quando l’assessore provinciale all’agricoltura e alla caccia, Filippo Pozzi, si dimetterà ufficialmente dall’ente di corso Garibaldi, dove era entrato nel 2009. La riunione dei capigruppo e dei segretari dei partiti di maggioranza – Pdl, Fdi, Udc e Lega Nord – si è sciolta con una posizione unitaria, ancora interlocutoria, dove viene confermato il mandato al presidente della Provincia, Massimo Trespidi, di adottare le scelte che riterrà più opportune per il “bene dell’ente”. Fiducia e carta bianca a Trespidi, dunque, il quale, stando alle ultime indiscrezioni, sembra intenzionato, su sollecitazione in particolare del Pdl, a sostituire l’assessore Pozzi. Tra i nomi possibili, viene rilanciato quello del sindaco di Ziano, Manuel Ghilardelli, ma alcuni militanti, dalle sezioni, avrebbero fatto anche quello del consigliere provinciale Giampaolo Maloberti, che, lasciando il consiglio, aprirebbe la strada a Luigi Fogliazza e quello di Elena Murelli di Podenzano.  A causa della vicenda quote latte che ha coinvolto lo storico esponente Cobas Maloberti, la “candidatura” di Ghilardelli incasserebbe più consensi in queste ore dal partito.

NOTIZIA DELLE 12.30 – Potrebbe essere la maggioranza in Provincia a tirar fuori dall’impasse il presidente Massimo Trespidi. Messo al bivio dagli ultimatum della Lega Nord, da un lato, e dalle richieste di non sostituire l’assessore Pozzi, dall’altro, mosse da Fratelli d’Italia e Udc; Trespidi potrebbe veder arrivare sulla sua scrivania una linea finalmente unica, concordata dai partiti di maggioranza. E’ iniziata infatti a mezzogiorno, in Provincia, una riunione a porte rigorosamente chiuse tra i capigruppo dei partiti di maggioranza in consiglio provinciale e i segretari (Pdl, Udc, Fdi, Lega Nord). Sembra che i referenti dei gruppi consiliari possano ora convergere, non senza malumori, sull’ipotesi di dare una figura di rappresentanza all’assessorato a caccia e agricoltura, considerato troppo strategico per poter essere “inglobato” dagli altri assessori, riuniti questa mattina da Trespidi in giunta. In pole, vi sarebbe il nome del sindaco di Ziano, Manuel Ghilardelli. Fra poco, inizierà anche il confronto tra il presidente Trespidi e il segretario del Carroccio, Pietro Pisani. La fumata bianca potrebbe quindi già arrivare teoricamente fra pochi giorni, ma il nodo Pozzi è solo l’ultima delle questioni che la Lega è chiamata a risolvere. Lunedì, infatti, sembra che l’ex deputato Massimo Polledri sarà a Reggio Emilia, alla segreteria federale, dopo che qualcuno, all’interno del partito, lo avrebbe segnalato per “mancata dimostrazione di lavoro alle elezioni Politiche”. Alcuni attivisti e militanti avrebbero già manifestato l’intenzione di lasciare il Carroccio dopo il direttivo infuocato di lunedì sera.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà