Inflazione a marzo, aumenti per trasporti e spettacoli. Giù comunicazioni e alimentari

29 Marzo 2013

A Piacenza l’indice dei prezzi al consumo del mese di marzo ha fatto registrare una variazione rispetto al mese precedente pari allo 0,1% e una variazione del +1% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Gli aumenti più elevati rispetto a febbraio si sono registrati nei trasporti (+1%), nei mobili e negli articoli e servizi per la casa (0,3%); nella ricreazione, spettacoli e cultura (+0,1%) e nei servizi sanitari e spese per la salute (+0,1%). In diminuzione invece  le comunicazioni (-1,1%), i generi alimentari e le bevande analcoliche (-0,2%), abbigliamento e calzature (-0.2%) e i servizi ricettivi di ristorazione (-0,1%). Invariati l’istruzione, l’abitazione, l’acqua, l’energia e i combustibili  e le bevande alcoliche e tabacchi.

Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, gli aumenti più elevati si registrano tra i generi alimentari e bevande analcoliche (+3.8%), l’istruzione (+3,3%), altri beni e servizi (+2,2%), abitazione, acqua energia e combustibili (+1,5%), trasporti (+1.3%) e bevande alcoliche e tabacchi (+1.3%); in netto calo le comunicazioni (-5.8%), l’abbigliamento e calzature (-2.1%).

© Copyright 2021 Editoriale Libertà