Caso Telecom, Dosi: “Ci opporremo, faremo rete tra comuni”

06 Maggio 2013

Questa mattina si è svolto un incontro in Comune con alcuni dei 28 lavoratori di Telecom, che ha annunciato la chiusura della filiale piacentina (e di altre 46 in tutta Italia) a gennaio 2014. Ai lavoratori sono stati offerti il trasferimento a Milano oppure l’opzione del telelavoro, alternative non ritenute accettabili dai dipendenti. “Siamo per la maggior parte donne con bambini, l’offerta dei turni non è sostenibile anche dal punto di vista economico”  spiega Simona Cafferini, una rappresentante dei lavoratori, che aggiunge: “L’affitto della sede piacentina è pagato fino al 2022, quindi non ha senso giustificare la chiusura con la volontà di risparmiare”.  A distanza di un mese dall’appello per un incontro con i vertici mosso da comune e provincia, tutto ancora tace secondo il sindaco Paolo Dosi: “Vogliamo prendere contatto con gli altri 46 comuni per fare rete e opporci alle chiusure”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà