Da Piacenza a Hollywood: a 29 anni fa l’ingegnere del suono delle star

01 Giugno 2013

Da Piacenza alle colline di Hollywood. E’ una storia di coraggio e passione quella del 29enne piacentino Marco Sonzini, che da due anni lavora nello studio di registrazione di Los Angeles al quale si affidano artisti come Vasco Rossi, Tiziano Ferro, Jovanotti o star come Kevin Bacon, che oltre ad essere un attore, è anche un bravo musicista. Marco ha sempre coltivato l’amore per la musica: prima il conservatorio Nicolini, poi la band ai tempi del liceo Respighi. Era un chitarrista e per un po’ di tempo– ha confessato a Telelibertà- ha anche abbracciato l’idea di continuare su quella strada, maturando però la consapevolezza di preferire stare “dietro le quinte”. Si è laureato a Milano in Scienze e tecnologie della comunicazione musicale, per poi volare a Los Angeles dove si è diplomato alla scuola di audio engineering. Sono quindi iniziati i primi stage, lunghe giornate trascorse a portare caffè e a pulire il pavimento. Marco non si è dato per vinto, ha sfruttato al meglio ogni contatto fino all’incontro con il produttore di origini italiane Saverio Principini che ha creduto in lui al punto di lasciargli le chiavi dello studio Speakeasy. Oggi i problemi sono legati alle documentazioni per il visto che lo costringono a tornare in Italia una volta all’anno e al non riuscire a proseguire la sua attività nel Bel Paese. Los Angeles offre tante opportunità, ma per costruire una famiglia, Marco preferirebbe le colline piacentine.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà