Piacenza

Patto di stabilità, la Regione sblocca
10 milioni per la provincia di Piacenza

22 giugno 2013

 

La Regione Emilia-Romagna sblocca la prima quota 2013 di potenzialità di spesa. Del totale di quasi 100 milioni, che permetteranno a Comuni e Province di pagare i fornitori e di fare investimenti, 10.1 milioni sono destinati alla sola provincia di Piacenza. In questa prima suddivisione, alla luce di norme nazionali e precise richieste delle amministrazioni locali e dei loro rappresentanti, la metà delle risorse è stata riservata ai piccoli Comuni. Sono stati inoltre assegnati 11.6 milioni al parmense, 10.5 al reggiano, 9.5 al modenese, 15.2 al bolognese, 6.2 al ferrarese, 8.4 al ravennate, 19.6 alla provincia di Forlì-Cesena e 8.1 al riminese. Nei prossimi giorni si avrà una nuova ripartizione di risorse di circa 9 milioni da riservare esclusivamente ai Comuni colpiti dal terremoto del 2012.

“Dal 2010 a oggi la Regione ha ‘liberatò oltre 400 milioni di euro di potenzialità di spesa permettendo così alle aziende di vedersi pagati lavori già fatti e di avere liquidità, una vera e propria boccata di ossigeno in questo difficile momento”, spiega Simonetta Saliera, vicepresidente e assessore al Bilancio della Regione Emilia-Romagna, che ricorda come in autunno, come avvenuto negli ultimi anni, ci sarà un ulteriore riparto di potenzialità di spesa per i Comuni e le Province dell’Emilia-Romagna. “In questo modo cerchiamo di far da volano alla ripresa economica”, sottolinea Saliera.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE