Scuola, voto unanime della Provincia alla settimana corta degli studenti

01 Luglio 2013

Sia l’ordine del giorno di Fratelli d’Italia sia quello presentato dall’Italia dei valori sono stati approvati dal consiglio provinciale all’unanimità. Entrambi i documenti invitano la giunta di corso Garibaldi ad attivarsi nei confronti dell’assessorato regionale all’istruzione al fine di valutare – fatta salva l’autonomia degli organi di istituto – la possibilità di introdurre nelle scuole secondarie dall’inizio del prossimo anno scolastico la cosiddetta “settimana corta” di cinque giorni, al momento sperimentata solo al liceo Gioia e al liceo Respighi. L’intervento di Fratelli d’Italia invitava a considerare la possibilità di un concreto risparmio sulle spese di riscaldamento e gestione degli istituti, mentre quello del consigliere Luigi Gazzola dell’Idv ha invitato l’assemblea a considerare il vantaggio per gli studenti del trascorrere il sabato in famiglia, sul modello di quanto proposto già in Europa.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà