Debiti verso i fornitori, 24 milioni all’Asl di Piacenza: pagamenti sbloccati

08 Luglio 2013

L’Asl di Piacenza potrà pagare circa 24 milioni di euro di fatture arretrate. La giunta della Regione Emilia Romagna ha disposto un’erogazione di cassa straordinaria alle aziende sanitarie per il pagamento dei debiti verso i fornitori, grazie alla disponibilità di risorse sia regionali che trasferite recentemente dallo Stato. Si tratta di un’erogazione aggiuntiva di circa 244 milioni, rispetto all’anticipazione di liquidità assegnata alla Regione dal ministero dell’Economia e delle Finanze (448 milioni di euro circa), che porta così il totale delle risorse per pagare i fornitori a 692,515 milioni di euro.

E’ stato stilato un elenco su base regionale delle fatture scadute al 31/12/2012 in ordine di anzianità di data, relative ai creditori di ogni azienda sanitaria, per il pagamento totale di 447,980 milioni di euro che rappresentano l’importo complessivamente assegnato sui 5 miliardi nazionali relativi al 2013: all’Asl di Piacenza toccano 23 milioni 955mila euro.

Il Piano di pagamento regionale comprende esclusivamente debiti nei confronti dei fornitori al Servizio sanitario regionale di beni e servizi. Le singole aziende sanitarie stanno comunicando ai propri fornitori l’importo e la data entro cui pagheranno i debiti e pubblicando, sul proprio sito internet, l’elenco per ordine cronologico dei debiti stessi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà