Comune di Piacenza, due milioni di euro per lo sgombero della neve

16 Luglio 2013

L’inverno è ancora lontano, ma il Comune di Piacenza ha già predisposto il bando per l’affidamento del servizio di sgombero neve sul territorio municipale. Si tratta di un appalto triennale del valore complessivo di 2 milioni di euro. Il contratto si compone di una quota fissa e di una variabile, che ovviamente dipenderà delle precipitazioni e delle condizioni climatiche. La quota fissa annuale è di 235mila euro e rappresenta la spesa minima teorica in caso di assenza di nevicate. Un’eventualità remota, tanto è vero che viene prevista una consistente quota variabile del contratto in funzione del deposito nevoso medio:  30mila euro per ogni nevicata tra i 3 e i 15 centimetri, 40mila euro  tra 16 e i 30 e 50mila oltre i 30 centimetri. L’importo della quota variabile, anche in base alle esperienze degli scorsi anni, è stato fissato in circa 270mila euro all’anno, mentre quello per la salatura antighiaccio in oltre 150mila euro annui. Totale: circa 660mila euro all’anno, che moltiplicato per i tre anni di servizio fanno quasi 2 milioni.

Le offerte dei soggetti interessati dovranno pervenire al Comune entro il 19 agosto, nella valutazione la parte qualitativa peserà per l’80 per cento, mentre il ribasso economico per il restante 20 per cento.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà