Piacenza

Rimpasto in giunta: Valla contro Dosi “L’ho sostenuto, ora sono offesa”

31 ottobre 2013

20131030-234739.jpg

Non si sono fatte attendere le reazioni all’intervista che il sindaco di Piacenza Paolo Dosi ha rilasciato a Libertà su un possibile rimpasto di giunta alla luce del fatto che quattro dei suoi assessori, Francesco Cacciatore, Silvio Bisotti, Giovanna Palladini e Pierangelo Romersi, hanno preso strade diverse schierandosi con Roberta Valla mentre il primo cittadino ha appoggiato Gianluigi Molinari alla corsa per la segreteria provinciale del Pd. Il primo a intervenire sulla questione, attraverso un comunicato, è il segretario in carica Vittorio Silva che invita Dosi a occuparsi di “realizzare il programma e dare risposte concrete alla città  invece di preoccuparsi della presenza di assessori che la pensano in modo diverso rispetto a lui”.

Sulla questione prende la parola anche Erika Opizzi, capogruppo di Fratelli d’Italia in Comune: “Per Dosi – scrive – il più impellente problema di Piacenza è questo: alcuni dei suoi assessori stanno da una parte diversa dalla sua”. Opizzi accusa anche l’amministrazione comunale di “essere nullafacente priva tanto di un’idea quanto di una visione del futuro della nostra città”. “Per questi ultimi motivi Dosi dovrebbe sentirsi imbarazzato – conclude Opizzi – altro che pensare dalla poltrona di Palazzo dei Mercanti ai “renziani” e ai bersaniani”.

Cerca la mediazione il capogruppo del Pd a Palazzo Mercanti, Daniel Negri: “Personalmente non mi sento di condividere le preoccupazioni espresse dal Sindaco Dosi relative al fatto che alcuni Assessori della sua Giunta stiano appoggiando una candidato diverso dal suo per la guida della Segreteria Provinciale del Partito Democratico. Anzi, ritengo che la diversità di opinioni politiche sia sempre una ricchezza e non certo un problema, sono sicuro che il “pensiero unico” non abbia mai fatto del bene alla politica. Avanti tutta quindi, con il lavoro amministrativo e pieno appoggio al sindaco e alla giunta che sta lavorando all’attuazione del programma elettorale, affrontando anche contingenze legate alla sicurezza che purtroppo stanno emergendo prepotentemente in questo periodo e che meritano attenzione e al tema del lavoro”.

“Ho trovato l’uscita di Paolo Dosi sulle questioni congressuali del Partito Democratico e sulle ripercussioni che queste avrebbero all’interno della propria giunta comunale semplicemente di cattivo gusto”. Così attacca la candidata Pd Roberta Valla (sostenuta dai 4 assessori della giunta) che prosegue: “E’ inopportuno e fuorviante scaricare sul Pd e sulla fisiologica dialettica interna, propria di ogni congresso, problemi che attengono all’amministrazione comunale e alla squadra di governo. Sono stata una sostenitrice leale e convinta dell’elezione a sindaco di Piacenza di Paolo Dosi e francamente mi offende ritrovarmi ora additata come un problema, con parole lontane del suo stile, per come lo conosco. E’ quanto meno singolare che il primo cittadino di Piacenza provi “imbarazzo” perchè nella sua giunta vi sono esponenti del suo stesso partito che non sostengono il suo candidato alla segreteria provinciale”.

LA PRESA DI POSIZIONE DI VITTORIO SILVA

L’INTERVENTO DI DANIEL NEGRI

Notizia delle 7 – Rimpasto di giunta: Dosi bacchetta gli assessori pro-Valla – Potrebbe cambiare presto volto la giunta comunale, per effetto dei risultati del congresso cittadino del Pd e in vista della corsa per la segreteria provinciale? Il sindaco Paolo Dosi non nasconde la sua preoccupazione per la presenza all’interno della sua squadra di “quattro assessori fortemente impegnati a sostenere la candidatura diversa dalla mia. Una posizione – dice – che qualche imbarazzo me lo crea”. Nel mirino ci sono Francesco Cacciatore, Silvio Bisotti, Giovanna Palladini e Pierangelo Romersi, schierati con Roberta Valla.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE