Piacenza

Romersi: “I piacentini non pagheranno l’Imu prima casa”. Il centrodestra attacca

29 novembre 2013

Pierangelo Romersi

“I piacentini non pagheranno un euro per la seconda rata Imu sulla prima casa. Il governo sta facendo confusione e ci sta mettendo in seria difficoltà, aprendoci anche un buco da 900mila euro nel bilancio 2013 che sistemiamo con un emendamento all’assestamento che approviamo oggi. Ma i cittadini, per quanto ci compete, possono stare tranquilli”. L’assessore del Comune di Piacenza Pierangelo Romersi ha presentato così i due provvedimenti passati oggi in aula a Palazzo Mercanti: con il primo, dopo sole poche settimane, si riporta l’Imu prima casa dal 6 al 4.8 per mille (l’aliquota minima), in modo che i proprietari non siano chiamati a coprire la metà della differenza come previsto dall’ultimo provvedimento governativo. In variazione di bilancio, invece, è passato un emendamento che copre i 900mila euro di “buco”, dovuti proprio ai mancati trasferimenti statali legati all’Imu. “Per buona parte la cifra è coperta con “partite” interne – ha precisato Romersi – ma ci sono alcuni tagli alle spese: 100mila euro in meno per lo sgombero neve, altrettanti di mancati trasferimenti alla Fondazione Teatri e 200mila di rimborsi all’Asl, che sono rimandati”.

Molto critico il centrodestra: “Avevamo detto che l’aumento al 6 per mille dell’aliquota prima casa era una decisione boomerang e così di è dimostrata vista questa marcia indietro – ha commentato Tommaso Foti di Fratelli d’Italia – non capiamo se è peggio questo governo e la giunta comunale: entrambi sono in stato confusionale e non pensano ai reali problemi dei cittadini, vedremo se davvero non pagheranno l’Imu, che a nostro avviso andava tolta del tutto”.

Polemiche anche legate al progetto per la realizzazione della piscina olimpionica: “Era una vostra promessa elettorale, avete preso i voti anche per questa opera che adesso volete chiudere in un cassetto. Siete come i gamberi, andate indietro voi e fate arretrare tutta la città”, ha incalzato Marco Tassi del Pdl.
La pratica, però, sta sollevando anche malumori in maggioranza, in particolare nel Pd, dove non tutti sono d’accordo a rinunciare alla piscina olimpionica in cambio della sistemazione della Raffalda.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE