Epifania danzante al Municipale: applausi per la 15Orchestra del maestro Beretta

05 Gennaio 2014

20140105-184231.jpg

La bellezza senza tempo di tanti brani classici del repertorio sinfonico emerge soprattutto quando è il cinema ad attingervi, a piene mani. Ed era proprio questo l’intento del maestro Marco Beretta, nell’assemblare i brani del festoso programma del Concerto dell’Epifania, svoltosi in una piovosa domenica pomeriggio in un gremito Teatro Municipale (ad eccezione di qualche posto, numerosi gli spettatori accorsi per l’occasione).
In palcoscenico l’enorme formazione della 15Orchestra, composta da giovani e talentuosi strumentisti, che hanno regalato vigore ad una performance piacevolissima, tutta incentrata su melodie famosissime, anche grazie al loro utilizzo nelle colonne sonore di film come “Il grande dittatore” di Charlie Chaplin e “Arancia meccanica” di Stanley Kubrik. Da Bach a Ciaikovskij, specialmente le Danze dei più noti Balletti, ma soprattutto la celeberrima Danza di Brahms, eseguita con l’anima e, non a caso, ripetuta anche nei bis richiesti a gran voce.
Sul finale, aggiunti a sorpresa l’Aria di Bach e un breve Scherzo. Così i protagonisti hanno salutato brillantemente il nuovo anno. In platea e in galleria, tra le ovazioni, si sussurrava una speranza: quella di applaudire presto, ancora una volta, la 15Orchestra, formazione guidata da Beretta che rappresenta, tra l’altro, una delle più brillanti realtà locali, richiestissime anche all’estero. Prossimamente, infatti, sarà in tournée in Cina e in Corea

20140105-184237.jpg

© Copyright 2021 Editoriale Libertà