Azzardopatia, oltre 1.000 firme in un giorno per la legge di iniziativa popolare

15 Febbraio 2014

Firme azzardopatia

Le istituzioni si erano prefissate 1.000 firme nel primo giorno di raccolta nelle piazze e il risultato è stato oltrepassato. Domani si firma nelle parrocchie e in altri 6 comuni della provincia: Castelsangiovanni, Agazzano, Carpaneto, Monticelli, Pontenure e Fiorenzuola.

Notizia delle 12 – “Firmiamo perché siamo stanchi di vedere anziani ma anche giovani bruciare anni di vita in una slot machine. Meglio lavorare, che giocare”. Sono tanti i piacentini che hanno firmato questa mattina perché una legge di iniziativa popolare finalizzata a contrastare i rischi da gioco d’azzardo venga approvata in Parlamento.

L’obiettivo della mobilitazione, lanciata da Comune di Piacenza e Provincia, insieme al coordinamento delle associazioni nato poco prima di Natale nella sala consiliare di corso Garibaldi, è quello di raggiungere almeno mille firme (10mila a livello regionale e 50mila a livello nazionale, soglia minima perché la proposta arrivi in Parlamento). Ai banchetti allestiti dai volontari in 33 piazze, tanti rappresentanti delle istituzioni e semplici cittadini.

Presenti in piazza Cavalli, il sindaco Paolo Dosi, con l’assessore comunale Luigi Gazzola, il presidente della Provincia, Massimo Trespidi. “Nonostante la pioggia tanti piacentini hanno voglia di firmare, sono numerosi – ha detto Trespidi -. Replicheremo sicuramente l’iniziativa”. Vediamo alcuni dettagli della proposta. “Ai minorenni deve essere impedito davvero di giocare – si legge nei manifesti vicini ai banchetti in città e provincia -. La pubblicità deve essere fortemente regolata, i giocatori patologici devono essere curati, i loro familiari devono avere assistenza psicologica. Si deve istituire un fondo per la cura, la prevenzione e la riabilitazione di queste persone mediante l’un per cento del fatturato complessivo del gioco d’azzardo”. E ancora. “I sindaci, sentiti i questori, sono le autorità che autorizzano l’apertura di sale da gioco e l’installazione di apparecchi per il gioco”.

I punti di raccolta firme

Notizia delle 7 – Il Coordinamento provinciale contro la ludopatia istituito su iniziativa della Provincia, ha indetto per oggi una giornata a sostegno della legge di iniziativa popolare per regolamentare il gioco d’azzardo.

L’obiettivo è quello di raggiungere 1.000 firme a Piacenza, 10mila in regione e cinquantamila a livello nazionale, soglia minima per portare la legge in Parlamento.

azzardo

© Copyright 2021 Editoriale Libertà