Comune, alienazioni 2014 per 24 milioni: ci sono ex mercato ortofrutta e Olivetti

08 Marzo 2014

mercato ortofrutticolo

Sono 18, tra fabbricati e terreni, i beni che il Comune di Piacenza ha inserito nel Piano delle alienazioni 2014-2016, che sarà poi allegato al bilancio. Per l’anno in corso, il valore complessivo è di 24.4 milioni. Alcuni immobili sono eredità degli anni passati, in particolare quelle sedi comunali (da viale Beverora valutata oltre 5 milioni a via Taverna stimata oltre due milioni di euro, passando per via Scalabrini, via Verdi e via Martiri della Resistenza) che avrebbero dovute essere vendute per finanziare Palazzo Uffici, il cui progetto è stato però definitivamente abbandonato. Capitolo a parte merita Palazzo Olivetti sul Pubblico Passeggio, l’unico che è già stato abbandonato e che dovrebbe essere il primo a essere ceduto, mercato immobiliare permettendo: il suo valore, box auto alla Cavallerizza compresi, è di 2.9 milioni. Si trascina da anni anche la presenza dell’ex centro aziendale di Caratta, al pari di alcune aree in via Millo, Borgotrebbia, I Vaccari, Gargatano e Torre Razza.

La principale nuova entrata è rappresentata dall’ex mercato ortofrutticolo di via Colombo, che viene stimato in 2 milioni di euro: la grande struttura è attualmente vuota dopo lo spostamento delle attività in un capannone nuovo di via Piemonte. Poco di più, 2.3 milioni, sono invece  iscritti per l’ex hotel San Marco, che il Comune vuole alienare congiuntamente all’Asl, co-proprietaria dell’immobile.

Per il 2015 è prevista la vendita dell’area di Le Mose confinante con il centro congressi (valore 1.9 milioni di euro), mentre per il 2016 l’area di trasformazione produttiva AP3, sempre a Le Mose, per 1.6 milioni.

PIANO ALIENAZIONI 2014-2016

© Copyright 2021 Editoriale Libertà